Lunedì, 23 Novembre 2020

Amici 11: Gerardo rischiò la vita da piccolo in un incidente stradale

Lo rivela la mamma a "Di più": rimase a letto ingessato per parecchi mesi e grazie a una prof scoprì la chitarra

Gerardo Pulli, uno dei protagonisti dell'edizione 2012 di "Amici" di Maria De Filippi, ha rischiato la vita da bambino e solo grazie alla sua tenacia e alla scuola è riuscito a superare un serio trauma fisico.

A rivelarlo è la mamma Angela, che in un intervista al settimanale "Di più", ha raccontano dell'incidente stradale che coinvolse la macchina su viaggiava Gerardo, all'epoca un bambino di soli tre anni: l'auto uscì di strada all'improvviso dopo lo scoppio di un pneumatico. La signora Angela viaggia nella macchina dietro e vide l'auto perdere il controllo, ridursi a un ammasso di lamiere e finire in mezzo ai campi. Gerardo era vivo, incastrato sotto il sedile.

La notte del 3 agosto 1995, Gerardo fu operato in ospedale a Foggia per una lussazione all'anca: un infortunio drammatico nei bambini perché c'è il rischio che il femore smetta di allungarsi e una gamba resti più corta dell'altra.  Dopo l'operazione, Gerardo rimase mesi a letto, ingessato dalla testa ai piedi.

Per proteggerlo, i genitori lo iscrissero alle elementari in una scuola privata ma poi deciso di mandarlo alla scuola pubblica dove trovò un insegnante di italiano che prese a cuore Gerardo e lo aiutò a farsi conoscere e fare nuove amicizie. "Proprio come è successo con Mara Marioni, ad Amici, anche quella professoressa ha percepito che Gerardo aveva una marcia in più - spiega mamma Angela - E stato sempre lì, alle scuole medie, che per merito di un'insegnante di musica molto preparata e moderna ha imparato a suonare la chitarra". 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amici 11: Gerardo rischiò la vita da piccolo in un incidente stradale

Today è in caricamento