Domenica, 26 Settembre 2021
Spettacoli&Tv

Sanremo 2015, Carlo Conti: "Non sono un raccomandato di Renzi"

Il conduttore si difende dalle accuse che lo vorrebbero favorito dalla sua amicizia con il premier

Fervono i preparativi per Sanremo 2015 e Carlo Conti prosegue nella preparazione del suo primo, e molto agognato, Festival. Dopo aver aperto a una possibile ospitata di Maria De Filippi (“Perché no, se c’è lo spazio giusto…), essersi dimostrato possibilista nei confronti dei cantanti che vengono dai talent show e aver parlato di come vorrebbe che fosse questo nuovo Festival, cioè molto simile ai programmi “nazional-popolari” che lo hanno portato al successo come “Tale e Quale” e “L’eredità”, Carlo Conti però si trova anche a doversi difendere da accuse che lo vorrebbero raccomandato “di ferro”.

L’amicizia personale del conduttore con il premier Matteo Renzi, si insinua da più parti, potrebbe averlo favorito nella scalata verso l’Ariston.

Non sono un raccomandato. Renzi non mi ha aiutato. Sanno tutti che sono un battitore libero e non devo rendere conto a nessuno”, ha replicato seccamente Carlo Conti in un’intervista a “Diva e Donna”, ricordando inoltre che la conduzione del Festival di Sanremo gli era già stata proposta due volte in passato e in entrambe le occasioni lui aveva rifiutato.

Le malelingue si interessano anche della sua vita privata. “Matteo, il nome di mio figlio l’ho scelto perché significa dono di Dio. Mica per Renzi. hanno scritto pure questo…”, ha commentato Carlo Conti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo 2015, Carlo Conti: "Non sono un raccomandato di Renzi"

Today è in caricamento