Domenica, 1 Agosto 2021
Spettacoli&Tv

"Ciao Darwin" travolto dalle critiche, Bonolis: "Non è volgare"

Il conduttore difende lo storico programma tornato su Canale 5 dopo sei anni di assenza

Paolo Bonolis

Boom di ascolti ogni venerdì per "Ciao Darwin 7", tornato su Canale 5 dopo sei anni di assenza. Il format è sempre quello, in ogni puntata due squadre di prototipi opposti si sfidano in divertenti prove come "A spasso nel tempo", la prova di coraggio e il quiz finale nei cilindri che si riempiono d'acqua ad ogni risposta sbagliata.

Di pari passo con lo straordinario successo, le critiche incassate dal programma condotto da Paolo Bonolis, spalleggiato dall'inseparabile Luca Laurenti. "Tanti non l'hanno compreso, altri non l'hanno voluto - si difende il conduttore sulle pagine di Repubblica - L'esasperazione dei torni, l'esibizionismo, sono condanne grottesche a cui l'umanità viene sottoposta. Cercando di esorcizzarla, mostriamo la realtà. Il mondo è questo, anche se non lo vogliamo vedere. Una risata ci seppellirà".

Se da una parte c'è chi stronca il programma, però, dall'altra c'è chi lo esalta: "Un pubblico ci ha ritrovato - ha concluso Bonolis - e i giovani che non guardano la tv hanno percepito il politically incorrect".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciao Darwin" travolto dalle critiche, Bonolis: "Non è volgare"

Today è in caricamento