Domenica, 18 Aprile 2021
Roma

"Fate i bravi, con la mascherina!", il video di Checco Zalone è virale

Il saluto del comico barese in occasione della proiezione in un’arena romana di Tolo Tolo, e l’invito a divertirsi in maniera responsabile

Checco Zalone, 43 anni

“Mi raccomando: fate i bravi, con la mascherina!” questo lo scherzoso saluto di Checco Zalone dall’Umbria, dove si trova in vacanza, agli spettatori dell’arena organizzata dal Piccolo America a Ostia nella rassegna Cinema in Piazza che ospiterà la proiezione del suo ultimo film “Tolo Tolo”.
Una raccomandazione che arriva a proposito in questi giorni di aumento dei contagi da Coronavirus, quella di non privarsi della visione del film e di altri divertimenti, ma di farlo in modo consapevole ovvero distanziati e protetti dalle mascherine.
Un invito raccolto in maniera molto variegata dagli utenti Facebook della pagina de I ragazzi del Cinema America, come pure lo è nei luoghi di villeggiatura e di aggregazione di tutta Italia dove non bisogna abbassare la guardia e continuare a rispettare le norme anti COVID più comuni: mantenere le distanze di sicurezza, indossare la mascherina e igienizzare spesso le mani.

Tolo Tolo campione di incassi

Tolo Tolo, ultima fatica di Checco Zalone (al secolo Luca Medici), è nelle sale dallo scorso dicembre, con il doveroso stacco durante il lockdown, ma già dai primi giorni di programmazione è stato campione di incassi: solo nel primo giorno è stato visto da 1.174.285 spettatori riscuotendo 8.668.926 €, guadagnando il record di film con il maggior incasso di sempre nella storia del cinema italiano nelle prime 24 ore di programmazione. Nelle settimane successive il film ha continuato la sua ascesa nelle classifiche tanto da essere uno dei dieci film con maggiori incassi in Italia. Un titolo che si contende il podio con film del calibro di Titanic e Avatar di James Cameron. Ad oggi è il film più visto della stagione 2019/2020.

Tante risate ma non superficiali

Un film che racconta uno spaccato di vita molto attuale, sebbene col sorriso e le esagerazioni tipiche del comico pugliese: Checco fugge dall’Italia per questioni fiscali, si ritrova a lavorare in un villaggio turistico in Kenya che ben presto viene attaccato da alcuni terroristi. A questo punto è costretto a scappare con alcuni colleghi, nel frattempo divenuti suoi grandi amici, e a ritornare nel continente europeo. Checco non vorrebbe tornare in Italia ma superare le frontiere e raggiungere altri paesi europei dove il fisco e la burocrazia sono meno pressanti e dunque inizia il viaggio della speranza insieme ai suoi amici migranti, con tutte le difficoltà che loro affrontano, tra gag e batture incendiarie.
Dopo la chiusura del sodalizio con Gennaro Nunziante, che è stato cosceneggiatore e regista delle pellicole che lo hanno visto precedentemente attore protagonista (Cado dalle nubi, 2009; Che bella giornata, 2011; Sole a catinelle, 2013; Quo Vado?, 2016), Zalone ha collaborato alla sceneggiatura con Paolo Virzì e ha diretto lui stesso la pellicola. La critica si è molto divisa su questo film che è stato però riconosciuto come un lavoro più maturo dell’attore, sceneggiatore e regista barese, forse meno sguaiato degli altri, ma al tempo stesso sempre divertente e mai banale.

In basso, il video pro-mascherina di Checco Zalone

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fate i bravi, con la mascherina!", il video di Checco Zalone è virale

Today è in caricamento