Martedì, 2 Marzo 2021
Italia

Colin Firth compie 60 anni, cinque film imperdibili per conoscere la carriera di uno degli uomini più amati del cinema

Amato, soprattutto dal pubblico femminile, per il suo sex appeal, è in realtà un attore pluripremiato e versatile

Colin Firth, 60 anni ph Wikipedia

Pluripremiato, eclettico, attivista e amato dalle donne di tutto il mondo, Colin Firth oggi compie 60 anni.

Arriva nel 1983 sul grande schermo proprio con la trasposizione cinematografica del suo debutto teatrale: Another Country – La Scelta di Marek Kanievska, la sua carriera lo ha visto interpretare tantissimi ruoli diversi in film drammatici, thriller, spionistici, ma è forse nelle commedie romantiche ha riscosso il successo mondiale. Premiato con l’Oscar, Coppa Volpi a Venezia, ai BAFTA Film Award, European Film Awards e molti altri, nel 2011 gli è stata dedicata una stella sulla famosa Hollywood Walk of Fame.

Inserito dalla stampa inglese nel Brit Pack, ovvero gruppo di attori britannici che hanno avuto successo ad Hollywood, insieme a colleghi del calibro di Gary Oldman, Daniel Day-Lewis, Tim Roth, Colin Firth ha sempre scelto con cura i suoi ruoli, spaziando nei generi e mettendosi alla prova ogni volta.

Grande appassionato di calcio (tifa per l’Arsenal), ha tre figli, il primo avuto dalla relazione con l’attrice Meg Tilly e altri due dalla ex moglie Livia Giuggioli, produttrice e regista italiana con la quale è stato spostato dal 1997 al 2019. Infatti Colin Firth parla correntemente l’italiano, ha ottenuto la cittadinanza del nostro paese nel 2017 e si divide tra Londra e la provincia di Perugia.  

Ricordiamolo in cinque film imperdibili:

Orgoglio e Pregiudizio

Miniserie televisiva prodotta dalla BBC nel 1995 che in sei puntate traspone l’omonimo romanzo di Jane Austen. In questo film interpreta il protagonista maschile Fitzwilliam Darcy, giovane esponente dell’aristocrazia inglese che si innamora nonostante le differenze di ceto e di educazione della giovane Elizabeth Bennet. Questo ruolo romantico gli ha affibbiato l’epiteto di “uomo dei sogni” e gli ha valso una serie di nomination come miglior attore.

Il Diario di Bridget Jones

Il personaggio di Darcy torna nella carriera di Colin Firth con la divertente commedia del 2001 che lo vede accanto non più a una vivace ma ben educata ragazza di buona società, ma accanto alla sgangherata e simpaticissima Bridget Jones (Renée Zellweger). Qui non è più il tenebroso ricco cavaliere inglese, ma un avvocato, sempre tenebroso e infondo molto tenero, che dovrà fare i conti con il rivale nonché coetaneo Hugh Grant. Romanticismo e divertimenti assicurati per questo film che gli ha valso una serie di nomination come miglior attore e la vittoria agli European Film Awards.

Mamma Mia

Adattamento cinematografico dell’omonimo musical, il film di Phyllida Lloyd del 2008 si basa sulle musiche degli ABBA. Tra una canzone, una performance si racconta la storia di Sophie (Amanda Seyfried) che prima di sposarsi vuole conoscere l’identità del padre, che sua madre (una fantastica Meryl Streep) le ha sempre tenuta nascosta. Sbirciando nei vecchi diari di sua madre, Sophie scopre che al momento del suo concepimento stava frequentando tre uomini e li invita sull’isola dove vive e lavora e si sta apprestando a celebrare il suo matrimonio. Tra questi c’è anche Colin Firth (affiancato da Pierce Brosnan e Stellan Skarsgård), per questo ruolo ha ottenuto diverse nomination per la miglior performance maschile.  

A Single Man

È la toccante storia tratta dal romanzo Un Uomo Solo di Christpher Isherwood dal quale Tom Ford ha tratto il suo esordio alla regia. Colin Firth interpreta George Falconer, un professore inglese che insegna in California. Da quando è morto il suo compagno Jim per un incidente stradale, non si da pace e decide di farla finita, il film racconta il suo ultimo giorno di vita. Per questo ruolo Firth ha avuto la nomination all’Oscar come miglior attore e ha vinto la Coppa Volpi alla 66° edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

Il discorso del re

È un film di Tom Hopper del 2010, racconta la vera storia del re Giorgio VI affetto da balbuzie e del suo stretto rapporto col suo logopedista Lionel Logue. Colin Firth interpreta il ruolo del re d' Inghilterra che deve affrontare un discorso di importanza mondiale ovvero quello in cui annuncia la dichiarazione di guerra alla Germania durante la seconda guerra mondiale. Il film acclamato da critica e pubblico ha visto trionfare Colin Firth che ha vinto ben dieci premi come miglior attore tra i quali l’Oscar, il Golden Globe e il BAFTA Film Award.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colin Firth compie 60 anni, cinque film imperdibili per conoscere la carriera di uno degli uomini più amati del cinema

Today è in caricamento