Domenica, 13 Giugno 2021
standing ovation

David 2021, l’emozionante discorso della figlia di Mattia Torre: "Papà ha vinto questo premio anche se non c'è più"

Allo sceneggiatore di cinema e tv, scomparso nel luglio 2019, il premio per la miglior sceneggiatura originale per il film 'Figli', ritirato dalla giovanissima Emma che, durante la cerimonia, ha commosso tutti con le sue parole

Francesca Rocca e Emma Torre (C) ricevono il premio per il marito e padre Mattia, prematuramente scomparso, durante la serata di consegna del Premio David di Donatello 2021

Le parole di Sophia Loren, insignita del David di Donatello 2021 come miglior attrice per il film ‘La vita davanti a sé’ del film diretto dal figlio Edoardo Ponti, non sono state le uniche a segnare di emozione la cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento del settore cinematografico italiano. Grande commozione è scaturita anche all'annuncio del premio postumo alla migliore sceneggiatura originale del film 'Figli' a Mattia Torre, lo sceneggiatore e regista scomparso nel 2019 a soli 47 anni, quando a ritirare il premio sono salite sul palco la moglie Francesca Rocca e la giovanissima figlia Emma, quest’ultima protagonista di un discorso che ha fatto breccia nel cuore del pubblico.  

"Buona sera a tutti, innanzitutto volevo fare i complimenti a mio padre che è riuscito a  vincere questo premio anche se non c’è più", ha esordito la giovanissima Emma: "Volevo dedicare questo premio a tutte le persone che mi sono state vicine Nenne, Valerio Aprea, Valerio e Gordano Mastrandrea. Dedico questo premio a mio fratello Nico che mi fa ammazzare dalle risate e la mia mamma che non si arrende mai. Dedico questo premio ai miei amici. ‘Figli' parla anche di famiglie sole e di ostetriche che fanno nascere i bambini, ma anche di infermieri e medici che si impegnano affinché le persone non volino via. Bravo papà!".

Parole toccanti le sue, accolte con una standing ovation dalla platea e dagli utenti che, sui social, hanno commentato l’emozione per uno dei momenti più toccanti della serata.

David di Donatello 2021, tutti i vincitori. Sophia Loren, migliore attrice, si commuove: "Senza cinema non posso vivere" 

La carriera di Mattia Torre

Mattia Torre è scomparso a luglio 2019 a 47 anni dopo una lunga malattia. Sceneggiatore, commediografo e regista italiano, noto soprattutto per aver scritto, insieme a Luca Vendruscolo e Giacomo Ciarrapico, la serie cult 'Boris', Torre è stato anche scrittore. Nel 2000 pubblicò sotto forma di diario ‘Faleminderit Aprile '99 Albania durante la guerra’, libro che racconta un suo viaggio in Albania a poche settimane dalla guerra in Kosovo.

Dal 2004 al 2011 fu autore del programma ‘Parla con me’ con Serena Dandini, mentre nel 2005 fu autore dello spettacolo teatrale ‘Migliore’ di Valerio Mastandrea. Nel 2006, invece, scrisse un episodio de 'I Cesaroni'. Nel 2018, sulla Rai andò in onda ‘La linea verticale’, basata su un suo libro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

David 2021, l’emozionante discorso della figlia di Mattia Torre: "Papà ha vinto questo premio anche se non c'è più"

Today è in caricamento