rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cinema

Cinque film da vedere al cinema questo weekend (14-15 maggio 2022)

I film da non perdere in uscita al cinema dal 12 maggio: Channing Tatum debutta alla regia con Io e Lulù, John Madden torna dopo quasi sei anni

Giovedì 12 maggio si apre la nuova settimana cinematografica. Vediamo insieme i trailer e scopriamo le trame dei migliori titoli in uscita, dal viaggio on the road uomo-cane di Io e Lulù alla pellicola collettiva di Femminile Singolare fino agli intrighi della Seconda Guerra Mondiale de L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat.

Io e Lulù

di e con Channing Tatum

Un atipico viaggio nell’America on the road con protagonisti un uomo, l’ex soldato Briggs, e un cane, Lulù, i quali, dopo le prime difficoltà, impareranno ad andare d’accordo e a conoscersi, finendo con il riscoprire la felicità autentica.
Il debutto alla regia di Channing Tatum è una chiara dedica d’amore alla sua cagnolina scomparsa nel 2018, raccontata in un entusiasmante viaggio ricco di avventure e disavventure.

Al cinema "Io e Lulù": uomo e cane on the road verso la felicità

Hope

di Maria Sødahl con Stellan Skarsgård and Andrea Bræin Hovi

La vita di Anja e la sua relazione con Tomas e i figli vengono scosse brutalmente quando le viene diagnosticato un tumore al cervello, possibile metastasi di un tumore precedente ai polmoni. Una corsa contro il tempo che scorre diventa un viaggio per ricucire i rapporti con Tomas.
In concorso al Toronto Film Festival 2019 e presentato in anteprima al Berlin International Film Festival del 2020, Hope è un oscillare di emozioni forti, dettati dalla paura per una situazione così delicata che irrompe improvvisamente nelle vite umane.

Al cinema “Hope”: l'importanza dei rapporti umani davanti alle difficoltà 

Femminile singolare

di James Bort, Rafael Farina Issas con Catherine Deneuve, Monica Guerritore, Violante Placido, Agnese Claisse, Dorothée Gilbert

Film collettivo composto da sette episodi che narrano storie di donne protagoniste di una lotta per l’emancipazione, per la rottura del silenzio e per la ribellione al ruolo sociale a cui vengono relegate.
Dalla violenza domestica alla prostituzione, dal diritto a conciliare carriera e maternità all’omofobia e tante altre battaglie; Femminile Singolare è un’opera corale che sfrutta tutte le sue voci per raccontare un’unica realtà che corrode la società da troppo tempo.

Femminile singolare, 7 intensi corti per raccontare la realtà delle donne 

Generazione Low Cost

Di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre con Adèle Exarchopoulos

Cassandre è un’assistente di volo per una compagnia aerea low cost; in linea col suo soprannome su Tinder “Carpe Diem”, vive alla giornata e si diverte tra feste e sesso occasionale in giro per il mondo, sognando di lavorare un giorno per una grande compagnia di bandiera. La sua vita senza radici e senza rimorsi viene però messa in discussione da un imprevisto.
Generazione Low Cost racconta con grandissima umanità il ribaltamento di una visione della vita che, senza i legami necessari, va cercando una libertà inafferrabile.

“Generazione Low Cost”: una vita che si affanna verso un futuro difficile 

L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat

Di John Madden con Colin Firth, Matthew Macfadyen, Kelly Macdonald, Penelope Wilton, Johnny Flynn, Jason Isaacs

Nel 1943 le Forze Alleate vogliono porre fine alla morsa di Hitler in Europa e, per farlo, devono iniziare le operazioni sbarcando in Sicilia, esattamente dove il dittatore tedesco si aspetta l’assalto. Due agenti segreti – Ewen Montagu (Colin Firth) e Charles Cholmondeley (Matthew Macfadyen) – devono fargli credere che l’attacco avverrà in Grecia, ma per farlo devono mettere in atto un piano geniale quanto improbabile di disinformazione sulle vittime di guerra. Tratto da una storia vera.

L'arma dell'inganno - Operazione Mincemeat, un film dal ritmo serrato con un Colin Firth che non delude

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque film da vedere al cinema questo weekend (14-15 maggio 2022)

Today è in caricamento