Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giornate Cinema Lucano, Stefano Mainetti: "Così nasce una colonna sonora. Elena Sofia Ricci? In casa un confronto artistico continuo" (VIDEOINTERVISTA)

Un bagaglio professionale trasversale, che va dagli horror di Lucio Fulci ('Zombie 3') alla collaborazione con Papa Giovanni Paolo II ('Tu Es Christus'). Compositore, direttore d'orchestra e autore di colonne sonore, Stefano Mainetti, 62, racconta a Today le suggestioni a cui, da oltre trent'anni, attinge per la costruzione delle musiche dei più grandi film della cinematografia italiana ed internazionale. "In molti casi comincio a lavorare in fase di sceneggiatura - spiega a margine delle 'Giornate del Cinema Lucano - Premio Internazionale Basilicata', dove sabato 27 luglio è protagonista di una Masterclass e poi di un omaggio con Gilda Butta e Luca Pincini, che interpretano al piano  e violoncello le sue composizioni - Poi seguo le riprese sul set, cerco di assimilare il più possibile e traduco le emozioni in note in modo che il pubblico, anche senza rendersene conto, venga accompagnato e coccolato durante la proiezione". La prossima sfida è uno spettacolo al Teatro alla Pergola di Firenze, mentre continua l'avventura di 'Rendering Revolution'. Da sedici anni, spettatrice d'eccezione del suo lavoro è l'attrice Elena Sofia Ricci, compagna e madre della figlia Maria: "A casa il confronto artistico è continuo. Io la aiuto nella creazione dei personaggi, lei ascolta ripetutamente le mie musiche". 

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento