Giovedì, 25 Febbraio 2021
lutto

È morta Daria Nicolodi, attrice mamma di Asia Argento

Lʼattrice e sceneggiatrice aveva 70 anni. Era stata per anni la compagna di Dario Argento che ha dato la notizia della sua scomparsa

Daria Nicolodi

È morta Daria Nicolodi, attrice e sceneggiatrice nata a Firenze il 19 giugno del 1950. A dare la notizia della scomparsa il maestro Dario Argento, che con lei aveva un sodalizio che li aveva legati sulla scena e nella vita. Si erano conosciuti nel 1974, quando lei era già affermata per aver lavorato con Elio Petri, durante il casting per il film 'Profondo rosso' e dalla loro relazione nacque, nel 1975, la figlia secondogenita Asia, che l'ha resa nonna di due nipoti nati rispettivamente nel 2001 e nel 2008. Con Argento poi collaborò a vario titolo a tutti i suoi film, da Profondo Rosso a Suspiria (1977), Inferno (1980), Tenebre (1982), Phenomena (1984), Opera.

(Di seguito, Daria Nicolodi in una scena del film 'Profondo Rosso')

Morta Daria Nicolodi: la sua ultima intervista

Fiorentina di Bellosguardo, 70 anni compiuti il 19 giugno scorso, figlia di un avvocato e di una studiosa di lingue antiche, Daria Nicolodi ha rilasciato al Manifesto la sua ultima intervista lo scorso 4 luglio: “Ho difficoltà a svelarmi in pubblico”, disse in quel raro colloquio concesso alla stampa l’attrice che debuttò al cinema con Francesco Rosi e poco dopo in «Salomè» di Carmelo Bene. Poi il teatro, l’esordio con Il candelaio, alla Fenice di Venezia; l’Orlando furioso a Spoleto, nel ’69: “Era un teatro deflagrante, lo portammo anche nelle piazze… Ronconi è stato il più grande regista che abbiamo avuto. Poi, nel ’71, ho fatto Alleluja brava gente con Gigi Proietti e Renato Rascel, dove cantavo, ballavo e in cui ho imparato tante lezioni”, disse su quell’esperienza.

Da circa 10 anni Nicolodi si era ritirata dalle scene, per «curarsi» dalla malattia della recitazione, restando comunque una spettatrice attenta: “Adoro il grande schermo e il palcoscenico. Così come adoro vedere i miei migliori amici, Angelica Ippolito, Tommaso Ragno, Maurizio Donadoni. Mi piace andare ad ammirarli. Questo è il mio mondo”, raccontò allora.

Il rapporto con Asia Argento

Il rapporto tra Daria Nicolodi e la figlia Asia Argento era molto stretto. Quando scoppiò lo scandalo Weinstein e fu ospite ospite da Bianca Berlinguer a Cartabianca, Asia raccontò: “Mia madre mi ha sempre insegnato a dare un calcio nelle palle”, frase che Nicolodi ha commentato così nella sua ultima intervista: “Sono stata campionessa di nuoto e ho fatto anche judo, quindi so difendermi. Ovviamente è tutto relativo, perché un’aggressione è un’acrobazia nel nero della vita che non sei abituato ad affrontare. Però, conoscendomi, combatto.

Sul profilo social di Asia Argento una serie di foto, dalle più vecchie alle più recenti, per ricordare la mamma che non c'è più: "Riposa in pace mamma adorata. Ora puoi volare libera con il tuo grande spirito e non dovrai più soffrire. Io cercherò di andare avanti per i tuoi amati nipoti e soprattutto per te che mai mi vorresti vedere così addolorata. Anche se senza di te mi manca la terra sotto i piedi, e sento di aver perso il mio unico vero punto di riferimento. Sono vicina a tutti quelli che l'hanno conosciuta e l'hanno amata. Io sarò per sempre la tua Aria, Daria".

Asia Argento distrutta per la morte della mamma: "Ho perso l'unico punto di riferimento" 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morta Daria Nicolodi, attrice mamma di Asia Argento

Today è in caricamento