Venerdì, 5 Marzo 2021

Mostra del Cinema di Venezia, al via la 75esima edizione: “Selezione eccezionale”

Lo assicura Michele Riondino, padrino della kermesse cui spetterà il compito di condurre le cerimonie di apertura e di chiusura. Tutti i film in concorso

Michele Riondino padrino della 75esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia ANSA/CLAUDIO ONORATI

Parte oggi la 75esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia che vedrà in veste di padrino l’attore Michele Riondino.

E’ lui dal palco della Sala Grande del palazzo del Cinema a dare il via ufficiale al festival che si apre con “First Man”, film d’azione del regista già premio Oscar per “La la land” (aprì l’edizione 2016 del festival veneziano), con Damien Chazelle protagonista, Ryan Goslin al fianco di Jason Clarke, Claire Foy.

La pellicola è l’adattamento cinematografico della biografia ufficiale First Man: The Life of Neil A. Armstrong scritta da James R. Hansen e pubblicata nel 2005, che narra la storia di Neil Armstrong, primo uomo a mettere piede sulla Luna.

La cerimonia inaugurale vedrà anche la premiazione con Leone d’Oro alla Carriera a una pietra miliare del cinema internazionale, l’attrice britannica Vanessa Redgrave.

La serata inaugurale non vedrà la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che non sarà al festival come annunciato in segno di lutto e rispetto per le vittime del crollo del ponte Morandi a Genova e per le vittime del Pollino.

Restano comunque al massimo le misure di sicurezza attorno alla cittadella del cinema dove mezzi e uomini delle forze dell’ordine presidieranno per tutta la durata della mostra.

Festival di Venezia 2018, tutti i film in concorso: tre gli italiani 

Venezia 75, Riondino: “Quest'anno c'è una selezione eccezionale”

“Quest'anno c'è una selezione eccezionale. Sono particolarmente fortunato: c'è un parterre molto ricco di registi e attori di grande statura. Per gli amanti del Cinema c'è da leccarsi i baffi". Parola del 'padrino' della 75ma Mostra del Cinema di Venezia, Michele Riondino.

"Sono contento - aggiunge- che il direttore abbia pensato a me. Mi sento adatto e abbastanza a mio agio perché sono cresciuto con questa mostra, prima da spettatore e poi da attore".

Attore da sempre particolarmente impegnato, Riondino chiarisce che non userà il suo ruolo a Venezia come un palcoscenico politico: "Non aspettatevi dichiarazioni politiche choc perché qui si celebra il cinema. Semmai parlerò del ruolo sociale del cinema perché ci sono film che hanno cambiato la società, il costume. La commedia all'italiana ne è un esempio: ci ha insegnato moltissimo anche facendoci ridere di noi stessi. Perché il cinema restituisce sempre una parte di realtà. Da queste situazioni non devono partire messaggi ma possono arrivare degli spunti di riflessione sulla realtà, questo sì. Perché il cinema aiuta a sviluppare una capacità di osservazione che va oltre il pregiudizio".

"Solo una donna in gara", polemica alla Mostra del cinema di Venezia

Mostra del Cinema di Venezia, i film in concorso

E’ anche il giorno di un altro film importante che concorre nella sezione Orizzonti. Si tratta del film italiano “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini con Alessandro Borghi, Jasmine Trinca, Max Tortora, Milvia Marigliano. Il drammatico racconto degli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi e della settimana che ha cambiato per sempre la vita della sua famiglia.

Di seguito tutti i film in concorso:

First Man di Damien Chazelle (Film d’apertura)

The Mountain di Rick Alverson

Doubles Vies di Olivier Assayas

The Sisters Brothers di Jacques Audiard

The Ballad of Buster Scruggs di Joel e Ethan Coen

Vox Lux di Brady Corbet

Roma di Alfonso Cuarón

22 July di Paul Greengrass

Suspiria di Luca Guadagnino

Werk Ohne Autor di Florian Henckel von Donnersmarck

The Nightingale di Jennifer Kent

The Favourite di Yorgos Lanthimos

Peterloo di Mike Leigh

Capri-Revolution di Mario Martone

What You Gonna Do When the World’s On Fire di Roberto Minervini

Napszállta (Sunset) di László Nemes

Frères Ennemis di David Oelhoffen

Nuestro Tiempo di Carlos Reygadas

At Eternity’s Gate di Julian Schnabel

Acusada di Gonzalo Tobal

Zan (Killing) di Shinya Tsukamoto

Fuori concorso

Driven di Nick Hamm (film di chiusura)

A Star Is Born di Bradley Cooper

Una storia senza nome di Roberto Andò

Mi obra maestra di Gastón Duprat

A Tramway in Jerusalem di Amos Gitai

A Letter to a Friend in Gaza di Amos Gitai

Aquarela di Victor Kossakovski

El Pepe – Una vida suprema di Emir Kusturica

Process di Sergei Loznitsa

Carmine Street Guitars di Ron Mann

Isis, Tomorrow. We Lost Souls of Mosul di Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi

American Dharma di Errol Morris

Introduzione all’oscuro di Gaston Solnicki

1938 diversi di Giorgio Treves

Ni De Lian (Your Face) di Tsai Ming-liang

Monrovia, Indiana di Frederick Wiseman

Orizzonti

Sulla mia pelle di Alessio Cremonini (Film d’apertura)

Kraben Rau (Manta Ray) di Phuttiphong Aaronpheng

Soni di Ivan Ayr

Ozen (The River) di Emir Baigazin

La noche de 12 años di Alvaro Brechner

Deslembro di Flavia Castro

Anons (The Announcement) di Mahmut Fazil Co?kun

Un giorno all’improvviso di Anna Foglietta

Charlie Says di Mary Harron

Amanda di Mikhael Hers

Yom Adaatou Zoli (The Day I Lost My Shadow) di Soudade Kaadan

L’Enkas di Sarah Marx

The Man Who Surprised Everyone di Natasha Merkulova, Aleksy Chupov

Kukumbu Tubuh Indakuhn (Memories of My Body) di Garin Nugroho

As I Lay Dying di Mostafa Sayyari

La profezia dell’armadillo di Emanuele Scaringi

Erom (Stripped) di Yaron Shani

Jinpa di Pema Tseden

Tel Aviv On Fire di Sameh Zaobi

Un Peuple et son roi di Pierre Schoeller

La quietud di Pablo Trapero

Ying (Shadow) di Zhang Yimou

Dragged Across Concrete di S. Craig Zahler

Sconfini

Blood Kin di Ramin Bahrani

Il banchiere anarchico di Giulio Base

Il ragazzo più felice del mondo di Gipi

Arrivederci Saigon di Wilma Labate

The Tree of Life (Extended Cut) di Terrence Malick

L’Heure de la sortie di Sébastien Marnier

Magic Lantern di Amir Naderi

Camorra di Francesco Patierno

Proiezioni speciali 

The Other Side of the Wind di Orson Welles

They’ll Love Me When I’m Dead di Morgan Neville

L’amica geniale di Saverio Costanzo

Il diario di Angela di Yervant Gianikian

Biennale College 

Deva di Petra Szocs

Yuva di Emre Yeksan

Zen sul ghiaccio sottile di Margherita Ferri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostra del Cinema di Venezia, al via la 75esima edizione: “Selezione eccezionale”

Today è in caricamento