rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023

La recensione

Marianna Ciarlante

Se siete in un momento "no" della vostra vita, guardate Stutz su Netflix

Ci sono alcuni momenti della propria vita in cui non si riesce più ad emergere da una sensazione di vuoto interiore. Ci si sente persi, allo sbaraglio, non si ha più voglia di reagire. Capita a chiunque di sentirsi così, di vivere un momento "no" dal quale non si sa come uscire. Chi si trova in questa fase della vita spesso si lascia andare, ha paura di chiedere aiuto. E se un film potesse darvi una mano a stare meglio? Spesso la settima arte viene considerata puro intrattenimento ma in alcuni casi ci può letteralmente salvarci la vita, o perlomeno, provarci. Per tutti quelli che si sentono giù, su Netflix c'è un documentario che nasce proprio dalla volontà di aiutarci quando siamo in crisi con noi stessi, di darci degli strumenti utili per farci stare meglio, farci tornare ad amare la vita e a vedere la luce al di là delle nuvole. Si intitola Stutz e prende il nome da uno degli psichiatri più famosi al mondo, che ne è il protagonista. Per la prima volta è un paziente che decide di raccontare la storia del suo psicoterapeuta per provare a dare una mano a chi, come lui, sta vivendo un momento no della propria vita. 

E così, attraverso uno schermo in bianco e nero, anche un film di poco più di 90 minuti può fare la differenza e provare a far migliorare, nel piccolo, la nostra vita. Phil Stutz, nel corso di quarant'anni di carriera, ha aiutato innumerevoli pazienti, tra cui creativi e imprenditori di fama mondiale, inclusi molti scettici della terapia. Diretto dall'amico e paziente Jonah Hill, il film analizza la vita di Stutz e mostra al pubblico come eseguire i suoi noti esercizi di visualizzazione chiamati "metodi". Quando Hill si sottopone a un'insolita sessione con Stutz che ribalta la tipica dinamica medico-paziente, i "metodi" prendono vita in un'esperienza divertente e vulnerabile, ma anche terapeutica.

Stutz ci fa tuffare in un mondo in cui l'apparenza lascia spazio alla realtà dei fatti. Ciò che sorprende di questo progetto Netflix è che si spoglia della patina della perfezione per dare valore a ciò che generalmente viene nascosto, la vulnerabilità. Aprendosi l'uno verso l'altro, paziente e psichiatra si raccontano in un dialogo intenso, profondo, trasparente, a tratti divertente ma prima di tutto umano. I due interlocutori parlano della propria vita, dei propri rimpianti, dei propri sogni e così ci si rende conto che nessuno è perfetto e siamo tutti, ugualmente fragili, su questo pianeta. 

Se avete voglia di scrollarvi di dosso un mondo fatto di apparenze e scavare fino al centro della vostra persona per riemergere da un momento di difficoltà, Stutz è il documentario perfetto per voi perché regala informazioni, emozioni ma soprattutto fa connettere esseri umani attraverso uno schermo. 

Che stiate cercando aiuto o meno, Stutz è un percorso, accessibile a tutti, verso la salute mentale e un intenso viaggio da fare con se stessi e i propri demoni. 

Voto: 7 e mezzo

Si parla di

Se siete in un momento "no" della vostra vita, guardate Stutz su Netflix

Today è in caricamento