rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cinema

Polemiche per il film girato a Venezia, Stefano Accorsi risponde: "Non è sciacallaggio"

L'attore ha replicato alle accuse dopo le polemiche che hanno investito la produzione del film "Sei tornato", che si stava girando a Venezia proprio durante le drammatiche ore in cui la città era invasa dall'acqua alta

Polemiche a Venezia, fiaccata dall'acqua alta che da giorni sta facendo danni su danni. Stefano Accorsi e la troupe del film "Sei tornato" che si sta girando in questi giorni proprio a Venezia sono stati oggetto di dure critiche perché hanno continuato a girare in piazza San Marco. Anche se la produzione "aveva tutte le autorizzazioni in regola" per girare, il malcontento dei veneziani si è fatto sentire.

"Una rabbia acuita dal fatto che, per tutti - residenti e turisti - venerdì mattina l’area marciana era stata interdetta al passaggio", ha scritto il Corriere del Veneto, secondo il quale i negozianti hanno accusato anche la produzione di 'fare onde' con lo spostamento delle macchine da presa" e alla fine "il rumore è stato tale da convincere il sindaco, Luigi Brugnaro, a imporre l'interruzione delle riprese, già programmate".

Roberto Sessa di Picomedia è poi intervenuto con una nota: "Non appena ci siamo resi conto dell’aggravarsi della situazione abbiamo deciso di interrompere volontariamente e tempestivamente la lavorazione per evitare di ostacolare eventuali interventi dell’Amministrazione locale, legati al ripristino delle condizioni di vita dei cittadini veneziani, ai quali va tutto il nostro sostegno. Tutte le nostre attività sono svolte in assoluta sicurezza e legalità e ringrazio tutte le maestranze e il cast artistico per il grande sacrificio a cui si stanno prestando. Ringrazio inoltre l’Amministrazione locale e la Film Commission di Venezia per il supporto che ci stanno dando".

Venezia, lo sfogo di Accorsi: "Non stiamo facendo nessuno sciacallaggio"

Nel pieno delle polemiche, Accorsi aveva condiviso su Facebook un invito a fare una donazione per la raccolta fondi lanciata dal TgLa7 di Enrico Mentana, ottenendo però il duro sfogo di un utente: "Ma vergognati!!! State girando un film proprio in questo momento in quel di Venezia! E state disturbando chi cerca di fare il suo lavoro e di svuotare i propri negozi dall' acqua! L'acqua è di nuovo 1.55! Fuori dalle palle".

L'attore aveva poi risposto:

"Piazza San Marco non è stata chiusa per le riprese del film ma per l’acqua alta. Stiamo girando a Venezia dal 4 novembre e continueremo fino al 12 dicembre. Non stiamo facendo nessuno sciacallaggio, semplicemente non potevamo immaginare una situazione simile. Come ho già scritto essere qui in questi giorni è stato impressionante e angosciante. Stiamo semplicemente portando a termine un lavoro che era già previsto, cerchiamo di fare come tutti qui: andare avanti. Cosa dovremmo fare? Smettere di girare? E i negozianti cosa dovrebbero fare? Non aprire più i loro negozi? Ognuno qui sta lottando per fare il proprio lavoro"

stefano accorsi venezia polemiche facebook-2

Un messaggio dello stesso tono è arrivato anche sotto a un video che Accorsi ha postato su Instagram da Venezia:

"E complimenti, la produzione del vostro film ADESSO CON L'ACQUA DI NUOVO ALTA sta ostacolando in mal modo i negozianti e i giornalisti, tutto documentato e mostrato adesso in diretta!!! È così che tutelate la nostra città??? Tanto a voi bastano i like e le parole retoriche, visto che faceva paura.... Pensa quanta paura fa a noi, quanta rabbia!!! E voi, come tutti gli altri, NON VI FERMATE in nome di Venezia che arranca, ma andate avanti PER I SOLDI. THE SHOW MUST GO ON.... cinismo puro"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche per il film girato a Venezia, Stefano Accorsi risponde: "Non è sciacallaggio"

Today è in caricamento