rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Spettacoli&Tv

Libero il medico che uccise Michael Jackson

Conrad Murray, condannato a 4 anni per omicidio colposo, è uscito dal carcere grazie a un indulto

Il medico personale di Michael Jackson, ritenuto responsabile della sua morte, è tornato in libertà. Conrad Murray, condannato nel 2009 a 4 anni per omicidio colposo, è uscito dal carcere grazie a un indulto per il sovraffollamento.

L'uomo, 60 anni, era stato condannato a un massimo di quattro anni di prigione per omicidio colposo per la morte della pop star, causata da un'overdose di propofol (farmaco anestetico) il 25 giugno 2009, ma ha scontato solo due anni. Dopo la sentenza sulle prigioni statali sovraffollate della Corte Suprema, che ha ordinato alla California di rilasciare 10.000 detenuti per migliorare le condizioni nelle carceri, Murray ha goduto di un giorno di credito per ogni giorno trascorso in carcere, scontando in questo modo solo la metà della pena.

Murray ha sempre dichiarato la sua totale innocenza: a suo parere Michael Jackson era solito somministrarsi in autonomia i medicinali, ma la Corte lo ha condannato lo stesso per negligenza rispetto ai suoi compiti professionali. Con la condanna Murray non può più esercitare la professione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libero il medico che uccise Michael Jackson

Today è in caricamento