Venerdì, 14 Maggio 2021
la giornata nazionale

Cristina Parodi ricorda le vittime del Covid: "A distanza di un anno la paura non è passata"

La giornalista, moglie del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, ha vissuto da vicino la tragedia della sua città

Cristina Parodi, foto @Instagram

Oggi l'Italia rende omaggio ai suoi cari che non ci sono più. Nella Giornata Nazionale delle vittime del Covid, tra i ricordi più dolorosi c'è quello di Cristina Parodi, moglie del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, che un anno fa ha vissuto da vicino la tragedia della sua città.

Le immagini di quei camion militari in fila, che trasportavano decine di feretri verso la cremazione, sono impresse nella memoria di tutti, ma vederli coi propri occhi è stato devastante. "Esattamente un anno fa - scrive la giornalista su Instagram - il 18 marzo 2020, questa foto pubblicata sui social ebbe la forza di raccontare meglio di mille parole  e di tanti numeri la tragedia che stavamo vivendo a Bergamo. I camion militari che trasportavano le salme dei nostri morti, troppi per poter essere cremati nel cimitero. Oggi è il giorno del ricordo e del dolore, perché a distanza di un anno la paura non è ancora passata". I ricordi dolorosi, poi, lasciano il posto alla speranza: "Questa mattina verrà inaugurato in città il bosco della memoria - si legge ancora nel post - non una lapide o una statua, ma un monumento vivo, che respira e che crescerà nel tempo. Perché dal luogo più colpito dal COVID, senza dimenticare i nostri morti, possa arrivare un messaggio positivo di vita e di rinascita a tutta l'Italia".

cristina parodi covi-2

Giorgio Gori: "Bergamo non ha mai mollato"

Per commemorare le vittime del Covid a Bergamo, si sono piantati oggi i primi alberi nel Bosco della Memoria. Alla cerimonia, dove era presente anche il presidente Mario Draghi, Giorgio Gori ha commentato: "Bergamo non ha mai mollato, siamo qui a testimoniarlo. Ma questo è anche l'invito che attraverso Lei rivolgiamo a tutti gli italiani, nel ricordo commosso dei nostri amici che non ci sono più: 'Mola mìa', teniamo duro, e lavoriamo insieme per costruire un futuro migliore. Il Bosco della Memoria nasce a pochi passi dall'Ospedale Papa Giovanni, il principale presidio sanitario di questa provincia, trasformato dalla scorsa primavera in una trincea della lotta contro il virus, dove ancora oggi decine di persone contagiate sono ricoverate in gravi condizioni, dove tanti hanno purtroppo perso la loro battaglia, ma molti di più sono stati tratti in salvo grazie alle capacità e alla straordinaria abnegazione di medici, infermieri e personale sanitario. E' impossibile - ha concluso - onorare chi non c'è più senza dire 'grazie' a chi ha consentito che tanti avessero salva la vita".

Da Antonella Clerici a Simona Ventura: l'omaggio alle vittime del Covid

Il ricordo delle vittime del Covid è anche social, dove per una giornata le polemiche possono attendere e lasciare il doveroso spazio alla memoria. Commossa Antonella Clerici: "18 marzo 2020, per non dimenticare quell'ultimo viaggio delle bare in solitudine, il Papa nella piazza San Pietro deserta che dà la benedizione, l'abnegazione dei medici e infermieri, i nostri canti dal balcone per esorcizzare il dolore". Parole toccanti anche quelle di Simona Ventura, da due settimane positiva al Covid: "In questo 18 marzo che ricorderò per sempre come la Giornata Nazionale delle vitime del Covid - scrive su Instagram - sono andata a ricercare queste foto di un anno fa. Era sabato pomeriggio all'Arco Della Pace. Oggi sentiamo dolore, ma la voglia di recuperare deve essere la nostra locomotiva. Viva noi, viva l'Italia che non molla mai". E ancora Alessia Marcuzzi, Bugo, che ricorda il suo caro amico morto a causa del Covid, e ancora Caterina Balivo che scrive su Twitter: "Il rispetto per chi non c'è più, per il dolore che ancora si sente, per tutto ciò che in un anno ha cambiato le nostre vite. Sarà impossibile dimenticare un tale dolore. Un abbraccio ai parenti delle vittime che non ci sono più".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cristina Parodi ricorda le vittime del Covid: "A distanza di un anno la paura non è passata"

Today è in caricamento