Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Spettacoli&Tv

Donatella Versace: cocaina, alcol e intrighi familiari

Grande successo per la prima puntata della serie tv che racconta la vita della stilista. Dalle feste a base di droga all'omicidio di suo fratello Gianni

Il 5 ottobre è andata in onda la prima puntata di "House of Versace", la serie tv sulla vita della stilista Donatella Versace. Droga, feste, alcol, eccessi e ovviamente la morte del fratello Gianni, ucciso nel '97 davanti la sua villa di Miami.

Un esordio di straordinario successo, certamente anche perchè anticipato da un gran clamore. Tutto descritto perfettamente, anche se la maison Versace si è dissociata da subito dal film tv definendolo "un'opera di finzione". La serie è tratta dal libro "House of Versace: the untold story of genius, murder and survival" di Deborah Ball, mai autorizzato da Donatella. Anche Lifetime, il canale satellitare che lo ha messo in onda, ha sottolineato che: "Versace non ha autorizzato, né ha partecipato in alcun modo alla realizzazione del film sulla signora Donatella. Il film deve quindi essere considerato opera di finzione".

La serie sarebbe quindi solo frutto di fantasie, anche se il passato buio della stilista non è un segreto. Lei stessa qualche anno fa aveva dichiarato pubblicamente di essere uscita dal tunnel della droga dopo 10 anni di rehab. Ad interpretare l'icona della moda è l'attrice Gina Gershon che ha dichiarato al New York Times: "Abbiamo documentato la sua metamorfosi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donatella Versace: cocaina, alcol e intrighi familiari

Today è in caricamento