rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Spettacoli&Tv

Addio a Ed Lauter, caratterista "villain" tra tv e cinema

L'attore, 200 ruoli in cinquant'anni di carriera da Hitchcock a Clint Eastwood, è morto per una rara forma di tumore che si contrae con l'esposizione all'amianto

I grandi film si fanno con i grandi caratteristi, diceva sempre John Ford. E oggi Hollywood ha perso uno dei suoi attori non protagonisti migliori: Ed Lauter è morto a 74 anni, stroncato da una rara forma di tumore.

L'attore americano è stato un volto noto sia del grande schermo come pure della televisione: ha recitato infatti in pellicole come “Quella sporca ultima meta” e “King Kong” e “The Artist” (era il maggiordomo) e ha partecipato alle serie tv cult “E.R”, “La signora in giallo” e “X Files”.

L'attore è stato anche l'ambiguo benzinaio di “Complotto di famiglia”, l'ultimo film del maestro del thriller Alfred Hitchcock. In mezzo secolo di carriera, Lauter in tutto ha recitato in oltre 200 fra film e serie tv, il più delle volte in ruoli da cattivo spietato, grazie alla sua fisionomia dura e spigolosa.

La morte di Lauter è stata causata da una rara forma di tumore chiamata mesotelioma, il cui insorgere è legato all'esposizione all'amianto.

Il magazine CinemaShock lo definì “l'artista in grado di creare la svolta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Ed Lauter, caratterista "villain" tra tv e cinema

Today è in caricamento