Mercoledì, 16 Giugno 2021
Spettacoli&Tv

Paura per Emma Watson: "Volevano rapirla durante le riprese del film"

Secondo il 'Sun', il colpo sarebbe stato sventato da un tassista che ha ascoltato il piano di due addetti alle pulizie dove sono in corso le riprese di 'Beauty and the Beast'

A riportare la notizia secondo cui l'attrice 25enne Emma Watson stava per essere rapita è il tabloid 'The Sun' che racconta come un tassista avrebbe ascoltato due addetti alle pulizie degli studios dove sono in corso le riprese di 'Beauty and the Beast' che mettevano a punto il piano criminoso.

L'uomo sarebbe riuscito ad impedire l'azione assistendo casualmente alla conversazione di due clienti, apparentemente originari dell'Europa dell'Est, durante una corsa notturna sul suo cab, ignari del fatto che il conducente del taxi capisse la loro lingua. Una volta resosi conto delle loro intenzioni, il tassista ha subito allertato i suoi capi che, a loro volta, hanno poi avvisato i responsabili degli Shepperton Studios di Londra dove vengono effettuate le riprese del remake della Disney nel quale la Hermione della saga 'Harry Potter' interpreta la parte della protagonista Belle.

A conferma del fatto che l'indiscrezione non fosse infondata è poi giunto il fatto che fin dal giorno del presunto tentativo di rapimento (ovvero, venerdì scorso) siano state rafforzate le misure di sicurezza su tutto il set e, in particolare, all'esterno della roulotte dell'attrice, dove ora staziona costantemente una guardia. 

"In passato Emma era già stata presa di mira da qualche stalker" – ha spiegato una fonte anonima al Sun- "E per questo c'era un po' di preoccupazione per la sua incolumità, ma è davvero scioccante pensare che qualcuno volesse realmente farle del male, a maggior ragione delle persone che lavorano agli studios e che sono state scoperte solo perché il conducente del taxi sul quale viaggiavano capiva la loro lingua e ha così potuto dare l'allarme". 

Tuttavia, a mettere in dubbio la ricostruzione del giornale di proprietà di Rupert Murdoch è arrivato il tabloid concorrente 'Mirror' che ha immediatamente provveduto a smentire sostenendo di aver appreso da un'altra fonte, anch'essa anonima, "che le indiscrezioni sul rapimento di Emma sono state ritenute false" e in attesa di chiarimenti da parte dei portavoce degli studios o della stessa Watson, entrambi i giornali ricordano comunque che non è certo la prima volta che l'attrice britannica è vittima di minacce: nel 2011, infatti, mentre studiava alla Brown University negli Usa, ricevette delle inquietanti lettere minatorie che la costrinsero a prendere una guardia del corpo a tempo pieno, mentre l'anno scorso un fan ossessionato da Emma piombò all'improvviso sul set del film Noah, obbligando la produzione ad interrompere le riprese. 

Tra conferme e smentite, tuttavia, una cosa è certa: la Watson adesso è sotto controllo 24 ore su 24.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura per Emma Watson: "Volevano rapirla durante le riprese del film"

Today è in caricamento