rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
EUROVISION SONG CONTEST

L'Ucraina in finale: tutti i ricavi della Kalush Orchestra a un'associazione scelta dalla band

La decisione da parte della casa discografica è stata resa nota oggi. Il brano è tra i favoriti per la vittoria finale

Martedì 10 maggio l'Ucraina ha conquistato la finale dell'Eurovision Song Contest. "Stefania", questo il titolo della canzone, un mix di versi rap con un ritornello folk e beat hip-hop è dedicata alle madri dei membri della band ed è basato su vere esperienze di vita.

I Kalush, il cui nome si ispira alla piccola città industriale in cui è nato il frontman e leader della band, Oleh Psiuk, visto il periodo storico che il loro paese sta attraversando, sono diventati la voce di una nazione che vive in mezzo alla guerra. 

Eurovision: Ucraina, tutti i ricavi a un'associazione umanitaria

Si sono formati nel 2019 quando i membri Igor Didenchuk e MC CarpetMan (Kylym Men) hanno risposto a un post Facebook di Oleh in cui cercava musicisti per formare la band. A loro si aggiungono i polistrumentisti Tymofii Muzychuk e Vitaliy Duzhyk, formando definitivamente la band. Il loro primo singolo "Shtomber Womber" è stato pubblicato nel dicembre del 2021.

"Stefania", il brano con cui partecipano alla kermesse, come spiegato dal frontman del gruppo Oleh Psiuk, è stato scritto prima dell'aggressione della Russia all'Ucraina, ma è diventata “una canzone sulle madri che proteggono i loro figli”. 

Il brano, in lingua ucraina,  è stato presentato alle selezioni nazionali ucraine per l’Eurovision Song Contest 2022, alle quali ha partecipato a sorpresa la madre del leader della band nella serata finale, durante la quale ha ascoltato il pezzo a lei dedicato per la prima volta nella sua vita.

"È un brano su mia madre - racconta il frontman Oleh Psiuk –. Non le ho mai dedicato una canzone e non sono affatto sicuro che la nostra relazione sia stata particolarmente intensa in passato, ma so che si merita questa canzone. Questa è la cosa migliore che abbia mai fatto per lei."

I Kalush ricordano le loro origini anche nei loro outfit, con i tradizionali giubbotti "hutsul keepar", il cappello da pescatore rosa su misura in tipico stile ucraino e il travestimento da Hutsul molfars (molfar = maghi, sciamani e guaritori tra il popolo Hutsul dell'Ucraina occidentale). L'abito di ogni membro della band includerà elementi di colore nero (simbolo di oscurità e di fertilità della terra) e rosso (simbolo di amore e sofferenza).

Oggi, giovedì 12 maggio, è stato annunciato da Sony Music Entertainment  che tutti i proventi netti del brano "Stefania" saranno donati a un'associazione umanitaria scelta dalla band. Attualmente sono tra i favoriti per la vittoria finale. Dipenderà dal giudizio delle giurie nazionali e dal voto del pubblico di tutta Europa, ricordando che il regolamento dell'Eurovision Song Contest prevede che non si possa votare per il proprio paese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ucraina in finale: tutti i ricavi della Kalush Orchestra a un'associazione scelta dalla band

Today è in caricamento