Mercoledì, 16 Giugno 2021
Spettacoli&Tv

Fabio e Mingo contro Striscia: il licenziamento finisce in tribunale

A cinque mesi dalla brusca interruzione del rapporto lavorativo, gli ex inviati del tg satirico intendono appurare davanti a un giudice la legittimità del licenziamento da parte di Rti e chiarire eventuali mancati pagamenti dei compensi

La nuova stagione di 'Striscia la notizia' si è aperta senza di loro, gli inviati storici Fabio e Mingo, licenziati in diretta tv dal Gabibbo per alcuni presunti servizi finti che, però, loro stessi hanno sempre sostenuto essere stati realizzati su indicazione degli autori del programma.

Adesso alla vicenda si aggiunge un ulteriore capitolo: come riporta Il Corriere,  il 7 ottobre e il 23 novembre ci saranno le prime udienze del processo davanti al Tribunale del lavoro di Bari nelle quali Fabio Di Nunzio e Domenico De Pasquale (i nomi all’anagrafe degli artisti) contesteranno la legittimità del licenziamento da parte di Rti, società Mediaset, scaturito dopo che il popolare pupazzo rosso, il 5 maggio scorso, aveva annunciato azioni legali scaturite dal riscontro di anomalie in due servizi ("Cari telespettatori, abbiamo ricevuto una segnalazione che può mettere in discussione il rapporto di fiducia con la redazione pugliese di Fabio e Mingo. Da subito, sono sospesi da inviati. Quando tutto sarà chiaro, vi faremo sapere. Oh, qui siamo a Striscia, mica a MasterChef” era stato il lapidario messaggio pronunciato in diretta tv).

La coppia, legata al tg satirico da un contratto di lavoro autonomo durato 19 anni, si presenterà davanti ai giudici Giuseppe Minervini e Assunta Napoliello e l'avvocato Gianni Di Cagno chiederà al Tribunale di pronunciarsi sulla legittimità formale della risoluzione del rapporto lavorativo. Rti avrebbe indicato come motivazione del licenziamento il fatto che ci fossero delle indagini in corso, per cui ora dovrà essere valutata la validità delle modalità tramite le quali si è attuato il recesso. Il legale Gianni Di Cagno evidenzierà il fatto che non siano state chiarite le motivazioni del licenziamento, né ci sarebbe stata una contestazione preventiva. Si chiariranno, inoltre, anche eventuali mancati pagamenti dei compensi da febbraio a maggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabio e Mingo contro Striscia: il licenziamento finisce in tribunale

Today è in caricamento