Giovedì, 28 Ottobre 2021
concerti no, comizi sì

Piazza piena per Conte. Fedez sbrocca, l'ex premier risponde: "Hai ragione"

Botta e risposta social tra il rapper e Giuseppe Conte dopo le immagini del gremito comizio a Cosenza

I concerti no, i comizi sì. Erano in centinaia ieri sera a Cosenza all'incontro con Giuseppe Conte. Una piazza piena, senza alcun distanziamento tra le persone, e l'ex premier accolto come una rockstar. Mancava la musica, ma la calca era degna degli ormai vecchi e cari show. E il tour della Calabria continua, da Vibo Valentia a Lamezia Terme. 

Scene che fanno accapponare la pelle ad artisti e lavoratori dello spettacolo, che da due anni fanno i conti con divieti e restrizioni. Risultato: una crisi del settore senza precedenti. Qualcuno a Conte glielo doveva pur dire e non ci si stupisce che a farlo sia Fedez, da inizio pandemia in prima linea in questa battaglia con la 'sua' Scena Unita - che ha raccolto oltre 4 milioni di euro per sostenere chi è rimasto senza lavoro - e indignato davanti a certe immagini.

Lo sfogo di Fedez

Il rapper non poteva non screenshottare gli assembramenti di Cosenza, condivisi tra le sue storie Instagram: "Mi domando come mai solo in Italia non si fa nulla per introdurre norme e progettualità per far ripartire il mondo dello spettacolo con gli strumenti che oggi sono a disposizione e potrebbero garantire la sicurezza di tutti - tuona, mentre guarda Conte parlare alla folla - E se da una parte il ministero dei beni culturali e il governo non fanno nulla, dall'altra veniamo deliziati da queste immagini festose che rappresentano un vero e proprio schiaffo in faccia per intere famiglie che per voi evidentemente sono inesistenti". L'attacco di Fedez è durissimo: "La vostra propaganda non può venire prima delle persone. Quando parliamo di concerti e di spettacoli non stiamo parlando di stronzate di poco conto ma parliamo di più di 200 mila lavoratori falcidiati da due anni di immobilità quasi totale e politiche assenti. C'è un intero settore in ginocchio da due anni". La chiosa non la riportiamo, ma diciamo che certe immagini hanno provocato forti dolori di pancia non solo a Fedez. 

La replica di Conte

Una strigliata che ha subito fatto mettere Giuseppe Conte sull'attenti. Da Reggio Calabria, altra tappa della sua gettonatissima tournée calabra, l'ex Presidente del Consiglio - che in piena pandemia si appellò proprio a Fedez e Chiara Ferragni per sensibilizzare i giovani sull'utilizzo della mascherina - ha replicato sommesso: "Caro Fedez, mi rivolgo a te e agli artisti che in queste ore stanno lamentando le restrizioni per la cultura e lo spettacolo, mentre gli incontri di politica e i comizi avvengono in piazze piene di gente. Non va bene - ammette Conte nel video - Sono 4.5 giorni che lo sto dicendo in tanti punti stampa. Dobbiamo ripartire tutti insieme. La filiera della cultura, dello spettacolo e dello sport ha tanto sofferto. Non va bene riportare la capienza all'80%, dobbiamo riportala al 100%, dobbiamo ripartire forti e tutti insieme". Fare comizi oggi per ripartire forti e tutti insieme domani. 

I video pubblicati da Giuseppe Conte

 Sgarbi VS Fedez: "Sulle unghie lo smalto, nel cervello la ruggine". Lui replica: "Agghiacciante"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza piena per Conte. Fedez sbrocca, l'ex premier risponde: "Hai ragione"

Today è in caricamento