Sabato, 24 Luglio 2021
Spettacoli&Tv

Il figlio di Riina a Porta a Porta, la sorella di Falcone: "Rai indegna"

"Sono costernata", racconta la sorella del giudice ucciso da Cosa Nostra insieme alla moglie Francesca Morvillo e a tre agenti di scorta nella strage di Capaci

Tante critiche per il re della seconda serata di Raiuno

"Considero incredibile la notizia: da 24 anni mi impegno per portare ai ragazzi di tutta Italia i valori di legalità e giustizia per i quali mio fratello ha affrontato l’estremo sacrificio ed è indegna questa presenza in una emittente che dovrebbe fare servizio pubblico".

Maria Falcone, sorella del giudice ucciso da Cosa Nostra insieme alla moglie Francesca Morvillo e a tre agenti di scorta nella strage di Capaci, non ci sta dopo aver appreso "costernata della decisione di far partecipare per la presentazione del proprio libro alla puntata di Porta a porta il figlio di Totò Riina, carnefice di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, e centinaia di altri servitori dello Stato, e anch’egli condannato per associazione mafiosa".

Nella puntata di stasera in onda alle 23.15 su Rai1, Riina junior ricorda i sedici anni accanto al padre latitante, l’immagine di Totò Riina davanti al televisore che trasmetteva le stragi di Capaci e via D’Amelio, i silenzi in una famiglia che sapeva e non parlava. Non risponde, però, alle domande di Vespa su Falcone e Borsellino, né prende le distanze dai delitti commessi dal padre.

L’intervista sarà commentata in studio da Antonio Emanuele Schifani, figlio di uno degli agenti della scorta di Falcone, da Giuseppe Enrico Di Trapani del Comitato ‘Addiopizzo’, da Luigi Li Gotti, difensore di Buscetta e di Brusca e dal giornalista Felice Cavallaro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il figlio di Riina a Porta a Porta, la sorella di Falcone: "Rai indegna"

Today è in caricamento