rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Spettacoli&Tv

Floris si tiene "Ballarò" e ottiene una striscia quotidiana su Rai3

Dagospia annuncia il rinnovo del contratto per il giornalista, dopo le voci di un suo passaggio a La7 o Mediaset

Il mistero della sorte di Giovanni Floris e del suo “Ballarò” si è risolto.

All’indomani della presentazione dei palinsesti Rai per la stagione 2014/2015, sui quali figurava sì “Ballarò” ma senza alcuna indicazione sul suo conduttore, il giornalista romano avrebbe alla fine raggiunto un accordo con RaiTre e firmato il rinnovo del proprio contratto (anche se ancora non è dato sapere quale sarà la durata).

Secondo Dagospia, il cachet di Giovanni Floris passerà così dagli attuali 550 a 630mila euro, perché a “Ballarò” il martedì sera si è aggiunta nel frattempo una striscia quotidiana informativa su RaiTre.

Il 47enne conduttore resta così in forza a viale Mazzini, dopo che il suo agente, il potentissimo Beppe Caschetto, aveva fatto circolare ad arte le voci di un suo possibile passaggio a La7 o a Mediset.

L’ufficializzazione sarebbe questione di ore, nei corridoi Rai si sussurra che l’intesa sia stata raggiunta: Giovanni Floris non lascia ma raddoppia”, scrive il sito di Roberto D’Agostino. “Alla fine Luigi Gubitosi e Andrea Vianello avrebbero ceduto alle richieste del conduttore arrivate dall’agente Beppe Caschetto. Non solo viene confermata la conduzione di ‘Ballarò’, ma il volto simbolo dell’antirenzismo di Raitre (citazione della dura intervista fatta al premier da Floris lo scorso maggio, ndr) incassa anche la tanto agognata striscia quotidiana da dieci minuti, andando così ad aumentare il già dorato cachet da 630mila euro a stagione”, conclude Dagospia. “Alè”, come dice Floris. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Floris si tiene "Ballarò" e ottiene una striscia quotidiana su Rai3

Today è in caricamento