Giovedì, 13 Maggio 2021
Incontro con il cast / Roma

Fabio Volo: «Penso che l’influencer sia un lavoro meraviglioso»

Genitori vs Influencer andrà in onda il giorno di Pasqua, domenica 4 aprile, su Sky Cinema e Now. La regista Michela Andreozzi e gli interpreti presentano il film in anteprima

Fabio Volo in una scena di "Genitori vs Influencer", sotto l'incontro con il cast

Manca sempre meno all'uscita di "Genitori vs Influencer", nuovo film Sky Original pronto a debuttare il giorno di Pasqua, domenica 4 aprile su Sky Cinema e in streaming su Now. Una commedia generazionale destinata a far riflettere. Alla presentazione del film, moderata dal giornalista Alessio Viola, erano presenti il cast del film, la regista Michela Andreozzi, i produttori e Margherita Amedei di Sky Original che ha aperto l'incontro descrivendo "Genitori vs Influencer" come: «Un film per un pubblico molto vasto dal momento che parla alla Generazione Z, ai Millenials e ai boomer. Un'opera trasversale proprio come Sky Original cerca di spaziare tra i vari generi cinematografici. Un film che spero faccia riflettere sul mondo dei social».

genitori-influencer-1-2

La regista Michela Andreozzi racconta: «Stavo scrivendo un altro progetto quando Fabio Bonifacci mi ha sottoposto il soggetto “Genitori vs influencer”, una storia incentrata sulla relazione padre-figlia che ho subito amato. Al netto del mondo virtuale che, tematicamente, è il terreno moderno su cui si gioca la partita tra Paolo e Simone, il cuore del film è lo scontro eterno, biologicamente inevitabile, tra una figlia che cresce e un genitore che invecchia, la storia universale di quel sentimento doloroso che è l’inesorabile distacco dal cordone ombelicale, mai facile, soprattutto per un genitore single che non ha altro scopo nella vita. È questo distacco a definire il film, più che un family, una commedia romantica su un grande amore non troppo raccontato: quello tra un padre una figlia che, qui, non hanno altro che loro stessi. È la storia contemporanea di ogni famiglia in cui l’adolescente di casa viene rapito dallo smartphone e non smette mai di sollevare gli occhi dallo schermo, trasformandosi in uno sconosciuto agli occhi degli impotenti genitori. Ecco: per me il film sono gli occhi di Paolo che guardano sua figlia cambiare. Le location diventano a loro volta personaggi: il condominio, la scuola e il mondo virtuale, il Web. Riguardo a quest’ultimo - conclude la regista - l’idea è stata quella di descriverlo come parte del mondo reale, dal momento che ormai nelle nostre vite ha lo stesso peso della realtà».

Michela-Andreozzi-2

Fabio Volo descrive il suo ruolo da protagonista come: «Un'esperienza bellissima: sognavo da anni di interpretare il professore di filosofia. La sfida era raccontare un padre che ha cresciuto da solo la figlia e si ritrova davanti una persona indipendente. Ne nasce uno scontro tra boomer e Generazione Z, due mondi fatti di pregiudizi ma destinati a incontrarsi. C’è molto di me, soprattutto nel ruolo del professore - scherza l'attore - Penso che l’influencer sia un lavoro meraviglioso, credo che l’umanità si sia evoluta proprio grazie a uno scambio reciproco di consigli. Ben vengano gli influencer se consigliano cose positive. Per seguire i figli avevo messo da parte cinema e tv ma "Genitori vs Influencer" segna il mio ritorno sulle scene».

volo-fabio-2

La giovane Ginevra Francesconi, ottima protagonista al fianco di Fabio Volo, racconta come, dal suo punto di vista: «L'età dell'adolescenza sia bellissima perché si muove tra due estremi: diventare subito grandi o restare il più possibile nella giovinezza. Il mondo dei social mi incuriosisce molto - ammette - e da diverso tempo volevo fare un film insieme a Michela Andreozzi. Quando si è presentata l'occasione non ho potuto rifiutare». Giulia De Lellis si è soffermata sul suo rapporto con i social: «Oggi i social si possono paragonare ai programmi televisivi degli Anni '80 e '90. Una mia storia su Instagram raggiunge lo stesso numero di spettatori di molti programmi televisivi. Ecco perché avendo quasi 5 milioni di followers cerco di trasmettere messaggi il più possibile positivi, senza fare più di tanto caso agli haters». A Nino Frassica il compito di chiudere in maniera ironica l'incontro: «L'unica hater che conosco è Heather Parisi». 

La clip

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La trama del film

Il protagonista della storia è Paolo (Fabio Volo), un professore di filosofia, vedovo e poco avvezzo alla modernità, forse perché ha trascorso i suoi ultimi 14 anni a crescere da solo una figlia, Simone “come la De Beauvoire”: ragazzina speciale, in gamba, studiosa, classica rappresentante della Generazione Zeta nella quale tutti noi quasi in pensione riponiamo molta fiducia. Padre e figlia, dopo essere letteralmente cresciuti insieme in una relazione simbiotica, circondati dall’affetto dei vicini di casa (“il condominio”, una specie di grande famiglia) affrontano la loro prima crisi, naturalmente necessaria, innescata dal rapporto via via sempre più morboso di Simone con i social network, che invece Paolo detesta. Simone, come ogni ragazzina della sua età che si affaccia all’adolescenza, si appassiona infatti ai social, scatenando in Paolo una reazione tale che lo porta a dichiarare guerra, non solo al web, ma anche alle sue superstar: gli influencer che tanto ammira. Peccato che, a causa di Simone che lo filma di nascosto, lo sfogo di Paolo finisca online e diventi virale, provocando a sua volta la reazione sulfurea degli influencer, capeggiati dalla truce Ele-O-Nora. La guerra mediatica trasforma Paolo, suo malgrado, in una celebrità che piano piano viene sedotta dal fascino della popolarità e della vita facile che tuttavia porteranno il professore a riaprirsi alla vita e alle sue infinite possibilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabio Volo: «Penso che l’influencer sia un lavoro meraviglioso»

Today è in caricamento