Venerdì, 7 Maggio 2021

Gf Vip, Silvestrin: "In Casa si è vista solo una piccola parte di me, potevo restare" | L'INTERVISTA

Lo storico volto di Mtv, eliminato dal reality dopo poche settimane, ha commentato la sua esperienza con noi di Today

Enrico Silvestrin

A un mese dal via, tra storie che faticano a decollare, la noia servita molto spesso su un piatto d'argento e di conseguenza gli ascolti che zoppicano, si può dire che il Grande Fratello Vip 3 ha perso un'occasione, la stessa di alcuni dei protagonisti eliminati - troppo presto - che avrebbero potuto portare al reality una ventata di aria fresca, o perlomeno un guizzo in più. 

Tra questi Enrico Silvestrin. Tacciato di omofobia per un episodio accaduto prima che entrasse nella Casa - sbandierato sui social, come sempre più spesso accade, senza possibilità (immediata) di replica - e dato in pasto ai processi mediatici di rito, lo abbiamo raggiunto al telefono.

Da molti sei stato definito il Daniele Bossari di questa edizione, forse più per il trascorso televisivo che per la personalità. Tu però, a differenza del tuo ex collega di Mtv, sei stato eliminato dopo poche settimane. Cosa non è piaciuto al pubblico?
"La similitudine con Daniele è esclusivamente per un discorso lavorativo, per il resto le distanze tra il nostro modo di essere sono abbastanza siderali. Lui è molto più pacato di me, con difficoltà nei percorsi diverse dalle mie. Di certo nella permanenza lì dentro lui non ha avuto i processi mediatici che ho ricevuto io, sia per lo stralunato episodio dell'omofobia che per le questioni con Valerio Merola, totalmente surclassate nei toni e nel livello da quello che sta succedendo in questi gioni lì dentro. Credo ci sia stato un doppiopesismo, anche nel senso di protezione da parte degli autori. Si è dato molto risalto a una parte minimale di me, è stata foraggiata per bene. Il pubblico ha votato di getto sulla base di quello che è stato raccontato. Venivo da una settimana con le accuse di omofobia e teatrini nei salotti televisivi in cui mi facevano processi in contumacia. Questa cosa mi ha scocciato perché volevo restare di più e perché mi hanno descritto in maniera parziale. Ci sono stati strani trattamenti da parte del programma, anche dopo la mia eliminazione: non mi è stato concesso di entrare in studio la sera stessa, e non ho quindi potuto aprire il bussolotto, non mi è stato concesso il videomessaggio per i vip rimasti in casa, come ha fatto la Marchesa, non ho avuto il tempo che hanno avuto gli altri sul tavolo grande dopo essere stati eliminati, ma ho potuto parlare poco più di tre minuti. Insomma, due pesi e due misure a seconda del personaggio. Se avessero fatto la descrizione che di me ha fatto la Gialappa's sarei arrivato fino in fondo. Purtroppo è andata così, ma mi tengo stretto l'affetto del pubblico che ho ritrovato".

Nella Casa hai detto di sentirti un pesce fuor d'acqua. Non ti trovavi con i tuoi compagni d'avventura o con le dinamiche del reality?
"Ho detto di essere diverso ma non un pesce fuor d'acqua. Dicevo che noi eravamo un acquario, ognuno un pesce diverso. Sono stato me stesso e credo di essere stato uno dei pochi totalmente aperto, leggibile dall'inizio alla fine. Mi sono relazionato con tutti. Una delle cose che mi è stata riconosciuta è che dopo la mia uscita si sono spente le discussioni, la qualità dei contenuti era inferiore. Non entro nel merito, ma mi fa piacere leggere questo. Vedere che fuori ci sono i Silvestrin, i Battista, le Giorgi, le Marchese, le Fusco, un po' dispiace perché era del materiale che avrebbe reso di più dal punto di vista del racconto rispetto a persone che sembra siano in vacanza".

A chi ti riferisci?
"Non faccio nomi, ma mi pare abbastanza evidente".

Durante le settimane di reclusione hai riscoperto il rapporto con Federica, la tua compagna. Matrimonio in vista?
"No, assolutamente. Non è una trasmissione che mi mostra la strada per determinate scelte. Io non credo molto nel matrimonio come istituzione, quindi è difficile. Vedremo ma dipende da molto altro. Ho capito sicuramente l'importanza di come stare nella coppia, così come Federica ha capito altre cose con la mia assenza. Questo è stato bellissimo, ma il matrimonio la vedo una cosa molto difficile".

Torniamo a parlare delle accuse di omofobia, un episodio per cui sei stato molto male all'interno della Casa...
"Ci sono determinati organi di informazione, chiamiamoli così, che stanno lì a raccogliere la prima indecisione, il primo passo traballante. Da lì nasce la finta indignazione e ognuno prende posizione nei salotti televisivi, dove tutti ricalcano l'omofobia e si affannano a condannarla. Tutti fintamente indignati. Mi fa ridere questa cosa".

Un reality come il Grande Fratello può gettarti in pasto alla gogna mediatica con grande facilità, lo hai vissuto sulla tua pelle. Lo rifaresti?
"Sì, assolutamente. Non mi preoccupa ciò da cui mi posso difendere in prima persona. E' il processo in contumacia che mi spaventa, quello che ricade sulla mia compagna e mio figlio che stanno a casa, su mio padre costretto ad assistere a tutto questo. Sono tutti pronti alle proprie postazioni, è gente che fa quel lavoro lì". 

Hai legato molto con Jane ed eri insieme al suo compagno, fuori la Casa, quando le ha urlato di sposarlo. Cosa le diresti adesso che sta vivendo questa forte crisi?
"Se fossi stato dentro la Casa quella storia non sarebbe mai successa. Ero molto amico sia di Elia che di Jane. Sicuramente avrei parlato a Jane per sconsigliarle questo tipo di approccio. Ora è responsabile lei e lo sarà fino alla fine, è giusto che se la sbrighi lei".

Fabrizio Corona Vs Ilary Blasi. Chi ha vinto?
"Sicuramente non la televisione. Sul resto no comment".

E il Grande Fratello Vip chi lo vince?
"Non lo so. Spero che lo vinca qualcuno che possa dire di essersi messo in gioco dall'inizio alla fine, non chi è andato a vela e ha giocato a nascondino fino ad oggi. Avrei tifato per Jane ma non mi piace come si sta comportando, e avrei tifato anche per Walter ma gioca tanto di rimessa, troppo".

Enrico Silvestrin, invece, torna in tv o si tiene stretta la radio, il suo grande amore?
"Enrico Silvestrin prova a cercarsi qualcosa che possa dare continuità a questa esperienza. L'ho fatto apposta per ritrovare attualità e interesse da parte delle persone, ma per interessarle devo trovare qualcuno che mi supporti e mi mandi in onda. Mi piacerebbe fare entrambe le cose, e credo di saperle fare bene, vediamo che succede. Spero solo che non passino anni per tornare a fare qualcosa". 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gf Vip, Silvestrin: "In Casa si è vista solo una piccola parte di me, potevo restare" | L'INTERVISTA

Today è in caricamento