rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Gf Vip

"Mi chiamano untore ma basta con i pregiudizi sull'HIV", Giovanni Ciacci in lacrime al Gf Vip

Il costumista si è aperto in un racconto intimo sulla sua malattia che l'ha messo spesso al centro di pregiudizi e timori degli altri

Giovanni Ciacci racconta, per la prima volta, la sua convivenza con la sieropositività al Grande Fratello Vip. Il costumista e "prezzemolino dei salotti tv", infatti, è il primo concorrente al mondo, con HIV, a entrare nella casa del Gf. Il 51enne, infatti, ha raccontato i momenti più bui della sua vita e i dettagli sulla sua malattia e, per lui, nella casa del Gf c'è stato un grande ritorno, quello di Adriana Volpe, ex opinionista del Gf Vip e anche ex concorrente, grande amica di Giovanni, tornata nella casa proprio per salutarlo. 

Chi è Giovanni Ciacci, dalla malattia alla carriera nella tv

"Il tuo grande fratello è iniziato un po' prima di entrare nella casa", esordisce Alfonso Signorini facendo riferimento all'intervista di Ciacci con Chi quando ha rivelato, per la prima volta, di essere sieropositivo. 

"Hiv non vuol dire morte - ha commentato poi Ciacci - Con l'HIV una volta si conviveva ma adesso si vive e questo va detto a voce alta. L'HIV è un'infezione che riguarda tutti e non riguarda solo gli omosessuali ma tutti ed è un'infezione che se non curata può portare all'AIDS e bisogna fare prevenzione. Non esistono malattie sessuali legate a orientamente sessuali ma solo a protezioni sessuali non fatte o fatte male. Non bisogna farsi prendere dal panico se si scopre di avere l'HIV perché ci sono cure antiretrovirali che permettono di eliminare il virus dal sangue. Io mi sono curato da subito, sono stato preso in tempo, l'importante è eliminare il virus dal sangue. 

"Potrei fare l'amore con il mio compagno e avere un figlio sano - ci ha anche tenuto a specificare Ciacci, palesemente emozionato - Le cure, però, sono state pesanti. Io ho voluto espormi e raccontare questa storia per far capire perché ancora c'è lo stigma, la gente pensa che si attacca con un bacio o andando allo stesso bagno. Mi hanno chiamato untore. Io non sono untore, sono una persona che sta bene e che può fare una vita normale."

Alfonso Signorini ha, poi, sottolineato di voler informare il pubblico su questo tema nonostante vada al di fuori delle dinamiche del Gf Vip e ha fatto tornare nella casa, una grande amica di Giovanni, Adriana Volpe. 

"Io sono molto legata a te. Ti abbiamo visto forte e battagliero. Ma tu sei anche questo, sei fragile - ha commentato Adriana - io ho vissuto le tue fragilità ma tu devi avere la forza di combattere per qualcosa e tu l'hai dimostrato. Hai detto alla mia generazione che l'HIV non è una malattia contagiosa e mortale ma per i giovani hai dato un messaggio importante, perché gli adolescenti non sanno neanche cos'è l'HIV".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi chiamano untore ma basta con i pregiudizi sull'HIV", Giovanni Ciacci in lacrime al Gf Vip

Today è in caricamento