Giovedì, 22 Aprile 2021
L'opinione di Giorgia Gobo

L'opinione di Giorgia Gobo

A cura di Giorgia Gobo

Gf Vip, il meglio e il peggio dell'edizione da record

Alfonso Signorini durante una delle puntate del Gf Vip

Un'edizione da record e non solo per la durata (14 settembre 2020 - 1 marzo 2021). Il programma, condotto da Signorini, è stato molto criticato per alcune scelte autoriali, per i continui prolungamenti ed anche per il modo in cui alcuni temi sono stati affrontati. Da ricordare le numerose squalifiche: Fausto Leali, Denis Dosio, Stefano Bettarini, Filippo Nardi e Alda D'Eusanio.

Uno degli eventi che ha maggiormente segnato questa quinta edizione del Gf Vip è stata la morte del fratello di una delle concorrenti, Dayane Mello, in un incidente stradale. La modella brasiliana, prima ad aggiudicarsi la finale, ha scoperto la tragica notizia mentre si trovava nella casa di Cinecittà e la sua decisione di rimanere, comunque, nel programma ha sconvolto molti telespettatori. Questa tragedia ha però mostrato entrambi i lati della tv: quello brutto e quello bello. Bello perché i suoi compagni, come una vera famiglia, si sono tutti avvicinati a lei (nonostante non andassero d'accordo,ndr) per cercare di confortare quel dolore immenso, brutto perché così, ancora una volta, la morte è diventata spettacolo. L'occhio del Grande Fratello ha ripreso tutto e non solo lo ha mandato in onda durante la live quotidiana (che era visibile al canale 55), ma anche in prima serata durante la puntata del 5 febbraio.

E se questa edizione del Gf doveva essere il racconto a 360° della vita è sembrato più che altro il dover raccontare per forza la vita dei concorrenti a 360°: Maria Teresa Ruta e i suoi flirt, i suoi trascorsi con l'ex marito Goria, il rapporto travagliato con la figlia Guenda. Ma anche Adua del Vesco che si riappropria del suo vero nome, Rosalinda Cannavò, e che svela una vita di segreti, bugie e verità celate che hanno "costretto" Gabriel Garko a fare un coming out in diretta tv. La storia familiare di Andrea Zenga e la pace forzata tra lui, il fratello e il padre. La televisione, però è anche questo: mettersi dietro ad uno schermo con la consapevolezza che se si nasconde qualcosa quel qualcosa, prima o poi, verrà a galla.

Non solo aspetti negativi, anche spensieratezza, amore e amicizia. Come spesso ha ricordato Alfonso Signorini, in questi 197 giorni, i concorrenti del Gf hanno tenuto compagnia a milioni di italiani che tra zone rosse, arancioni, gialle, la paura dei contagli, le feste negate e i parenti lontani, hanno trovato negli inquilini di Cinecittà una seconda famiglia. Hanno sognato con gli amori sbocciati sotto le telecamere, prima tra Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli (anche se sono rimasti solo "amici speciali"), Pretelli e Giulia Salemi, Rosalinda e Andrea Zenga. C'è chi ha fatto pace con la propria famiglia, chi ha capito di aver sbagliato e ha chiesto scusa, chi ancora ha deciso di chiudere con il passato per un futuro più felice. Dei vip non così vip, se non per i racconti delle vacanze di lusso, le amicizie stellate e i flirt reali (Maria Teresa Ruta ha raccontato il suo incontro con il Principe di Monaco).

Nelle prossime pagine "Il meglio e il peggio del Gf Vip"

Si parla di

Gf Vip, il meglio e il peggio dell'edizione da record

Today è in caricamento