Lunedì, 19 Aprile 2021

"Montovoli temeva le sue reazioni", Adriana Volpe rivela il motivo dell'addio al GF Vip

L'attore ha lasciato volontariamente il reality show di Canale 5 con un mese d'anticipo

Andrea Montovoli, 35 anni (Crediti foto Instagram)

Era il 24 febbraio scorso quando Andrea Montovoli, 35 anni, attore, lasciava il Grande Fratello Vip per mancanza di stimoli ("Non sono venuto qui per il tesoro finale, ma per trovare il mio", spiegava, "L'ho trovato e quindi non ho pù motivo di restare"). Oggi però a dare ulteriori chiarimenti circa la sua auto-eliminazione dal reality show di Canale 5, ci pensa Adriana Volpe, ex coinquilina, anch'essa costretta ad abbandonare volontariamente il gioco, ma per gravi motivi familiari. "C’è stato un momento dove io ho fatto di tutto per cercare di convincerlo a non lasciare la Casa - racconta al settimanale 'Chi' - Eravamo seduti vicino al tavolo da pranzo e ad un certo punto mi disse ‘Adriana io ho bisogno di uscire perché non so più che tipo di reazioni potrei avere all’interno della Casa". 

Perché Andrea Montovoli ha lasciato il Grande Fratello Vip

Adesso, due mesi dopo il ritiro di Montovoli, Volpe riporta un retroscena inedito: "Mi ha detto 'Ho fatto un percorso immenso qua dentro, è uscito qualcosa di represso che avevo e che ora è emerso. Se resto dentro la Casa potrei avere reazioni di cui poi mi pentirei, potrei non so, spaccare una cosa'. A quel punto ho preso un piatto e l’ho lanciato per terra e si è rotto in mille pezzi, gli ho detto ‘Sì è rotto, hai visto? Che è successo? Niente! Al massimo te lo decurtano da cachet, ti prego rimani!’. Ma lui mi disse ‘E’ una visione egoistica che tu hai’, ed era vero". 

Era vero perché Adriana teneva molto alla presenza di Andrea nel loft di Cinecittà. "Lui per me era importante", ammette oggi, specificando: "Quando Andrea è andato via. Noi sentivamo la sua presenza nell’aria dove lui dormiva: noi chiamavamo quella zona la ‘Zona Montovoli’. Era il punto più coccoloso della casa, se tu ti sdraiavi su quel divano, forse perché vedevi anche un po’ il cielo, lì percepivi la sua presenza". 

Già durante il suo percorso nel reality, Montovoli aveva fatto cenno ad alcuni problemi di gestione della rabbia vissuti in passato. In particolare, ha raccontato come la morte del padre avvenuta quando era appena un ragazzino abbia dato inizio a uno dei periodi più difficili della sua vita, segnato da frequentazioni sbagliate e anche da 6 mesi di reclusione. "Era il 1997 - ha confessato - Mio papà aveva 40 anni, ha avuto un’aneurisma cerebrale e ci ha lasciati. Questi anni qui sono anni bui per me… una cosa brutta che non auguro a nessuno e mi ha cambiato la vita. Dopo che ho perso mio padre, a 13/14 anni sono entrato in giri brutti. Mi sono ritrovato con un fucile a pompa piantato dietro la testa, faccia a terra. Ho visto la vita passare davanti, appena hanno messo le manette ho capito che ero salvo". A salvarlo, la recitazione: "Il teatro era uno dei momenti di svago in carcere, che mi ha dato la possibilità di fare quello che faccio ora". 

Andrea Montovoli: “Sono stato in carcere. Ero entrato in giri brutti”

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Montovoli temeva le sue reazioni", Adriana Volpe rivela il motivo dell'addio al GF Vip

Today è in caricamento