Lunedì, 18 Ottobre 2021
Grande Fratello Vip

Gf Vip, scontro sul razzismo nella Casa. Ainett contro Soleil: "Non mi faccio chiamare scimmia"

La diretta con la Casa è stata molto movimentata, così tanto che Signorini è stato costretto ad interrompere il collegamento

La lite tra i concorrenti della Casa

"A me le sue scuse non sono sembrate sincere" con questa frase si può riassumere la polemica che ha infuocato la prima parte della sesta puntata del Gf Vip. Durante la settimana una discussione tra Samy e Alex Belli ha portato ad una lite ancora più grande che ha coinvolto tutti gli inquilini ed in particolare Soleil Sorge, Ainett Stephens e Raffaella Fico. Alle tre donne si sono aggiunte poi le sorelle principesse e ovviamente Samy. Il casus belli è stata la frase di Soleil "Smettetela di urlare come scimmie".

Gf Vip, la lite in diretta tra Ainett Stephens e Soleil Sorge

Alfonso Signorini ha aperto il vaso di Pandora senza immaginare cosa sarebbe successo dopo. La prima a prendere la parola è stata Ainett, che è riuscita a finire il suo concetto dopo numerose interruzioni: "Le scuse di Soleil non sono sincere. Lei che è cresciuta in America dovrebbe sapere meglio di molti altri che se chiami una persona di colore "scimmia" è una parola razzista. Se come dice lei davvero non ha detto quella frase senza voler offendere, avrebbe dovuto subito informarsi se qualcuno ne fosse rimasto offeso, invece lei è venuta il giorno dopo e le sue scuse non erano neanche sincere. Ha aperto una ferita in me, dai 5 ai 13 anni ho subito razzismo e nessun bambino a scuola voleva giocare con me perché temevano di essere macchiati. Non vengo al Grande Fratello a farmi chiamare scimmia da lei. È arrogante, minaccia tutti nella casa. Deve portare rispetto. Qui tutti abbiamo una storia da raccontare, il Gf Vip non è Soleil".

Alfonso Signorini, ribadendo il discorso già fatto sull'abbandonare il "politicamente corretto", ha invitato Ainett ha rivedere la sua posizione e a non prendere come razzismo la frase di Soleil perché non lo era e in particolare ha descritto tutto il gruppo - che si è schierato contro Sorge - come "esagerato" nel voler perseguire con la stigmatizzazione. A rincarare la dose e a far scaldare gli animi l'affermazione/provocazione di Sonia Bruganelli: "Se Ainett avesse mostrato tanta grinta le prime due puntate non avremmo crocifisso Amedeo Goria". In quel momento la Casa è scoppiata: chi urlava, chi piangeva (come Jo Squillo) e chi si è alzato in piedi. Francesca Cipriani ad esempio gridava: "Vergogna".

Gf Vip, Alfonso Signorini sgrida i vip e chiude il collegamento

"Chiudete l'audio, queste sceneggiate non mi piacciono. Autori collegatevi con la casa e richiamateli alle regole della buona educazione. Io non comunico con loro così. Hanno perso la brocca" con queste parole Alfonso ha chiuso il collegamento con la Casa mentre Lulù stava spiegando perché le loro relazioni non sono "esagerate", anzi.

Dopo alcuni minuti e dopo che il gruppo si era calmato, Signorini ha riaperto l'audio e ha continuato: 

"Queste sono state scene orrende, di cattiva educazione, mancanza di dialogo e inciviltà e vi hanno fatto passare dalla parte del torto. E torno a parlare del politically correct: questo è il classico esempio di come la situazione ci stia sfuggendo di mano. Non potete pensare che Katia Ricciarelli o Soleil siano razziste. Soleil ha chiesto scusa. Voi non sbagliate mai nella vita? A me il discorso del politicamente corretto ha rotto le balle. Ainett vuoi mettere in croce una persona perché ha detto due cavolate? Tu chi sei? Una santa? Non hai mai sbagliato? Soleil è stata irrispettosa, ha sbagliato e ha chiesto scusa. Chi siamo noi per metterla in croce? Noi i razzisti li mandiamo in galera non a fare il Grande Fratello, hai capito o no?". 

Signorini ha voluto chiudere la questione ma nessuno sembrava aver voglia di far pace.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gf Vip, scontro sul razzismo nella Casa. Ainett contro Soleil: "Non mi faccio chiamare scimmia"

Today è in caricamento