Mercoledì, 4 Agosto 2021
Spettacoli&Tv

Jim Carrey citato in giudizio per la morte dell'ex fidanzata

L'attore è accusato di aver ottenuto illegalmente i farmaci con cui Cathriona White si è suicidata. Chiesti un risarcimento danni e il rimborso per le spese funerarie e le spese legali

L'attore ai funerali dell'ex fidanzata Cathriona White

Jim Carrey è stato citato in giudizio a Los Angeles con le accuse di violazione delle leggi sullo spaccio di droga e omissione di soccorso nei confronti dell'ex fidanzata Cathriona White, suicidatasi lo scorso settembre.

A denunciare l'attore è stato l'ex marito della donna, Mark Burton, secondo il quale avrebbe utilizzato la sua ricchezza e celebrità per procurarsi i farmaci che poi avrebbero procurato la morte della donna, deceduta proprio da un mix di farmaci: Ambien, Propranolol e Percocet. L'attore rimase molto scioccato dalla morte della ragazza, suicida a Los Angeles lo scorso anno.

Sempre secondo Burton, Jim Carrey aveva un controllo ossessivo nei confronti della donna: la sorvegliava continuamente, usando addirittura le telecamere di sorveglianza per monitorare i suoi movimenti. L'azione legale chiede un risarcimento danni e il rimborso per le spese funerarie e le spese legali, ma non viene specificata la somma esatta.

Ma Jim Carrey non ci sta e ha diramato un comunicato in cui rigetta tutte le accuse: "Non tollererò questo tentativo senza cuore di sfruttare me o la donna che amavo. Spero davvero che un giorno, presto, la gente smetterà di cercare di trarre profitto da questo e lasciarla riposare in pace. Sarebbe facile per me arrivare in una stanza sul retro con l'avvocato di questo uomo e fare chiarezza, ma ci sono dei momenti nella vita in cui bisogna alzarsi in piedi e difendere il tuo onore contro il male in questo mondo", conclude Carrey.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jim Carrey citato in giudizio per la morte dell'ex fidanzata

Today è in caricamento