rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Spettacoli&Tv

Quelli che non vogliono "La grande bellezza" in tv il 4 marzo

L'Anec protesta contro la messa in onda su Canale 5 del film di Sorrentino perché teme possa togliere pubblico alle sale cinematografiche che lo hanno in programma

“La grande bellezza” di Paolo Sorrentino ha fatto incetta di premi ormai un po’ dovunque ed è tra i favoriti per l’Oscar come Miglior Film Straniero.

Domenica 2 marzo ci sarà la cerimonia di consegna ufficiale e solo allora sapremo se il film di Sorrentino si porterà a casa l’ambita statuetta a 17 anni dall’ultima vittoria italiana con “La vita è bella”.

Nel mentre, nelle sale cinematografiche italiane “La grande bellezza” tornerà a circolare, per celebrare l’evento qualora il film vinca effettivamente l’Oscar e ma anche se quest’ultimo riconoscimento internazionale non dovesse arrivare.

Il 4 marzo, due giorni dopo la cerimonia a Los Angeles, “La grande bellezza” andrà anche in onda in prima serata su Canale 5. Una decisione che non è piaciuta all’Anec, l’associazione nazionale degli esercizi cinematografici, che ha tuonato contro il passaggio in tv gratuito del film che rischia di sottrarre pubblico al film programmato in sala.

La messa in onda su Canale 5 del film rischia “di penalizzare l’ulteriore sfruttamento dell’opera all’interno della filiera audiovisiva” e l’Anec teme che ciò si traduca “in una forte attenuazione del potenziale cinematografico, e non solo, del film, oltre a stravolgere la prassi che vede approdare alla tv generalista un’opera cinematografica a circa 24 mesi dalla prima uscita in sala, dopo lo sfruttamento in home video, in video on demand, pay per view e pay tv”.

Eppure il film di Sorrentino, uscito per la prima volta in sala lo scorso maggio, è passato in home video già a ottobre, in dvd e blue-ray, è stato programmato on demand su Mediaset Premium e a gennaio è anche approdato su Infinity, la nuova piattaforma in streaming del Biscione in digitale.

Una prima tv, di martedì sera, su Canale 5 di un film già ampiamente sfruttato in home video, potrà togliere alle sale cinematografiche quella fetta di pubblico che sicuramente tornerà al cinema per vedere il “film evento” dell’anno, con o senza consacrazione degli Oscar? 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quelli che non vogliono "La grande bellezza" in tv il 4 marzo

Today è in caricamento