Lunedì, 2 Agosto 2021
Spettacoli&Tv

Maria De Filippi: "Il trono gay per combattere il bullismo"

La padrona di casa di Uomini e Donne spiega la scelta di aprire alle coppie omosessuali nonostante le critiche

Maria De Filippi

Uomini e Donne è pronto a ripartire. Assoluta novità di questa edizione è il trono gay, fortemente dovuto dalla padrona di casa Maria De Filippi, che in un'intervista a Repubblica ha spiegato: "La società è molto più avanti delle leggi. Aprire Uomini e Donne ai gay non mi sembra una rivoluzione. La televisione non deve rimanere indietro, se parliamo di relazioni umane, della normalità dei sentimenti, non si capisce perché gli omosessuali dovessero essere esclusi dal programma".

Un'evoluzione naturale della trasmissione che secondo la conduttrice ha anche uno scopo sociale ben preciso: "Non penso che una scelta come questa serva per il mondo gay risolto ma può essere d'aiuto per chi a casa ha ancora problemi con parenti e amici, per chi è vittima di bullismo e viene spregiatamente chiamato 'frocio'. Ho sempre fatto le cose in cui ho creduto, quando la critica ha un senso la seguo, quando non ce l'ha, no. Non sfrutto nessuno, mi aspetto un trono come gli altri e mi auguro che la gente dica che ho fatto bene. Se poi le critiche sono quelle di Giovanardi ce le prenderemo. O forse no".

Il primo tronista gay è Claudio Sona, 29 anni, modello e proprietario di un locale a Verona. Sarà lui a "sdoganare" l'amore omosessuale a Uomini e Donne e i riflettori, inutile negarlo, ora sono puntati tutti su di lui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maria De Filippi: "Il trono gay per combattere il bullismo"

Today è in caricamento