rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Spettacoli&Tv

Mediaset, giornalisti in allarme sull'ipotesi di ridimensionamento della sede di Roma

Nel corso di una assemblea congiunta, i giornalisti dell'azienda hanno affidato ai rispettivi Cdr un pacchetto di tre giorni di sciopero da articolare secondo modalità da stabilire

I giornalisti del Tg5, e delle redazioni romane di News Mediaset, Tgcom24 e Videonews, hanno messo in guardia l'azienda da "qualsiasi eventuale tentativo di ridimensionare" il polo produttivo di Roma e, nel corso di una assemblea congiunta, hanno affidato ai rispettivi Cdr un pacchetto di tre giorni di sciopero da articolare secondo modalità da stabilire.

Secondo quanto riporta un comunicato congiunto, hanno chiesto alle loro rappresentanze e alla Fnsi di avviare un confronto che porti a un piano industriale.

"L'Azienda - si legge - ha presentato le linee guida del piano triennale che prevedono 123 milioni di 'efficienze organizzative' ovvero risparmi che interesseranno anche il settore news, già oggetto di sostanziosi tagli, nonostante un forte incremento di produttività. Nel medesimo piano, che indica in Premium la fonte maggiore di risparmi (200 milioni) non viene chiarito quale sia il futuro dei colleghi dello sport".

"L'Assemblea ritiene irricevibile qualsiasi ipotesi di ridimensionamento del ruolo del centro produttivo di Roma Palatino, soprattutto in un momento così intenso della vita politica italiana con le istituzioni impegnate in un complesso percorso di riforme e tante scadenze elettorali in arrivo".

"Di fronte a qualsiasi eventuale tentativo di ridimensionare il polo produttivo del Palatino" - continua il comunicato - L'Assemblea conferisce ai rispettivi Cdr delle diverse testate un pacchetto di tre giorni di sciopero da articolare secondo modalità da stabilire

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mediaset, giornalisti in allarme sull'ipotesi di ridimensionamento della sede di Roma

Today è in caricamento