Giovedì, 21 Ottobre 2021
Spettacoli&Tv

Caso Montalbano. La Sicilia mette in campo 200mila euro per le fiction

Un provvedimento per favorire le produzioni che operano in maniera continuativa sul territorio (e scongiurare così il trasferimento del commissario più famoso della tv in Puglia)

E alla fine, dopo le minacce del produttore di Montalbano di trasferire il tutto in Puglia, la Regione Sicilia ha deciso di allargare  i cordoni della borsa.

Qualche settimana fa, Carlo Degli Esposti aveva dichiarato di essere pronto a trasferire la produzione della fiction dalla Sicilia alla Puglia, dove si trovano migliori condizioni economiche.

E il governatore Crocetta si era affrettato a promettere la messa in campo di misure per scongiurare il trasferimento in un’altra regione e ora pare ci sia riuscito. Insieme all’assessore al Turismo, Michela Stancheris, il governatore ha presentato un ddl varato dalla giunta regionale, un provvedimento a favore delle produzioni televisive che lavorare sul territorio siciliano, istituendo un fondo di 200mila euro per quelle produzioni che abbiano carattere ciclico e continuativo, con almeno tre anni di attività sul territorio, il 51 per cento delle riprese effettuate in Sicilia e almeno il 50 per cento delle maestranze locali.

Un provvedimento ad hoc per Montalbano? No, replica Crocetta: si tratta di “un disegno di legge complessivo per valorizzare il territorio della Sicilia”.

Anche l’assessore lo ribadisce. “Intendiamo favorire un ritorno in termini di turismo così come è stato nel caso della serie tv Montalbano e per i film della Film Commission - ha detto all’Ansa - Abbiamo, inoltre, un bando aperto di un milione e mezzo di euro in assessorato che scadrà ad ottobre, al quale possono accedere sia la produzione di Montalbano sia chiunque abbia un’idea per una fiction”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Montalbano. La Sicilia mette in campo 200mila euro per le fiction

Today è in caricamento