rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Spettacoli&Tv

È morta l'attrice Jeanne Moreau, icona del cinema francese

L'attrice aveva 89 anni. Diventata un simbolo della Nouvelle Vague, aveva lavorato anche con Louis Malle, Orson Welles e Besson

È morta questa mattina a 89 anni Jeanne Moreau, icona del cinema francese e simbolo della Nouvelle Vague.

Il suo corpo è stato trovato dalla donna delle pulizie quando ormai era troppo tardi per tentare qualunque manovra di soccorso. 
Protagonista di film indimenticabili come 'Ascensore per il patibolo' di Louis Malle, 'Jules et Jim' e 'I 400 colpi' di François Truffaut, Moreau aveva iniziato la sua carriera a vent’anni e negli anni ’50 era già un’attrice di punta. 

Due volte presidente del Festival di Cannes, dove aveva trionfato nel 1960 con 'Moderato cantabil', vinse il suo primo premio César come migliore attrice, nel 1992 per 'La vieille qui marchait dans la mer' e altri due César onorari nel 1995 e nel 2008. 

Musa di Louis Malle e di Francois Truffaut, la Moreau ha interpretato più di 100 pellicole, tra cui 'La notte' di Antonioni (1960) e Il processo (1962) di Orson Welles.

Nel 1995 Luc Besson le concede un ruolo di contorno in Nikita. Un anno più tardi è invece Wenders a chiamarla nel suo road movie fantascientifico 'Fino alla fine del mondo' (1991). Dopo 35 anni da La notte, riabbraccia Antonioni e Mastroianni nel corale Al di là delle nuvole, nel 1995.

Nel 2000 il Festival di Berlino la premia con l'Orso d'Oro alla carriera, riconoscimento che la spinge a sperimentare la regia teatrale e sceneggiati televisivi come 'I miserabili'. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morta l'attrice Jeanne Moreau, icona del cinema francese

Today è in caricamento