Martedì, 9 Marzo 2021
era ricoverato da un mese e mezzo

Il papà di Valerio Scanu morto per Covid

Il signor Tonino era ricoverato da un mese e mezzo, tre settimane fa era stato intubato

Nella foto Valerio Scanu

È morto a causa del Covid il papà di Valerio Scanu, ricoverato da un mese e mezzo all'ospedale Mater Olbia. Il signor Tonino, 64 anni, era arrivato in condizioni serie e messo subito in sub intensiva, spostato poi in terapia intensiva, dove tre settimane fa era stato intubato. A dare la notizia il quotidiano La Nuova Sardegna. 

Il cantante, che ancora non ha commentato l'accaduto sui social, ne aveva parlato giorni fa a Storie Italiane. Dopo i primi sintomi e il tampone positivo, la mamma di Valerio Scanu aveva isolato il marito in un'altra casa e aveva già l'ossigeno perché non respirava bene. Dopo qualche giorno si è aggravato, come aveva spiegato Scanu lo scorso 10 dicembre opsite del programma di Eleonora Daniele: "Lo hanno trasferito in ospedale. Sono 11 giorni che è intubato. Molte notizie erano frammentarie: loro sono in Sardegna, io a Roma. Adesso abbiamo tutte le informazioni, ma le sue situazioni migliorano e peggiorano da un momento all'altro. I polmoni sono compromessi - aveva fatto sapere - Ieri hanno provato a fare una manovra per svezzarlo dal ventilatore e la manovra non è andata come previsto. Gli hanno fatto una tracheotomia".

Nelle ultime settimane Valerio Scanu riusciva a stento ad avere notizie sul padre dall'ospedale, come aveva fatto sapere in un'intervista su Oggi: "Il più bel regalo di Natale sarebbe passare le feste con la mia famiglia come sempre e mai come quest’anno - aveva detto - Però sono realista e so che è difficile, forse impossibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il papà di Valerio Scanu morto per Covid

Today è in caricamento