Lunedì, 25 Ottobre 2021
commenti

Arisa attacca Conte: ''I politici si sentono superiori, fanno sempre come gli pare"

La cantante si unisce al coro di protesta dei tanti colleghi infuriati per le immagini dei bagni di folla ai comizi elettorali dell’ex premier

"I politici si sentono investiti di un potere superiore e fanno sempre come gli pare, ma io non chiuderei anche loro, piuttosto farei aprire anche noi'': anche Arisa si unisce al coro di protesta dei tantissimi cantanti, tra cui Fedez, che ieri si sono infuriati per le immagini e i video dei bagni di folla ai comizi elettorali dell’ex premier Giuseppe Conte. 

Per la cantante quello che bisogna fare non è svuotare le piazze della politica ma tornare a riempire gli stadi. ''È ora che torni tutto alla normalità, sarebbe anche un buon incentivo per le persone che ancora non si sono vaccinate, fargli capire che c’è la possibilità di tornare alla normalità vaccinandosi". La cantante si dice ancora d’accordo con il punto di vista di Fedez che ha fatto bene a intervenire perché in questo momento ha un grande potere divulgativo: "Usa i canali con i suoi milioni di follower per fare cose buone", ha concluso: "Quando parla Fedez le cose si muovono. Il problema è che tanti lavoratori dello spettacolo sono fermi da due anni ed è soprattutto per loro che è necessario intervenire subito''.

L’attacco di Fedez

Martedì 21 settembre, a Cosenza per l’ex premier Giuseppe Conte si sono formati grandi assembramenti di persone, senza distanziamento e senza mascherine, situazione che ha fatto storcere il naso a molti lavoratori dello spettacolo alla luce delle restrizioni ancora presenti per tutti gli eventi artistici.

"Mi domando come mai solo in Italia non si fa nulla per introdurre norme e progettualità per far ripartire il mondo dello spettacolo con gli strumenti che oggi sono a disposizione e potrebbero garantire la sicurezza di tutti – ha tuonato Fedez, mentre guardava Conte parlare alla folla - E se da una parte il ministero dei beni culturali e il governo non fanno nulla, dall'altra veniamo deliziati da queste immagini festose che rappresentano un vero e proprio schiaffo in faccia per intere famiglie che per voi evidentemente sono inesistenti".

Da Reggio Calabria, è arrivata la replica dell'ex Presidente del Consiglio che in piena pandemia si appellò proprio a Fedez e Chiara Ferragni per sensibilizzare i giovani sull'utilizzo della mascherina: "Caro Fedez, mi rivolgo a te e agli artisti che in queste ore stanno lamentando le restrizioni per la cultura e lo spettacolo, mentre gli incontri di politica e i comizi avvengono in piazze piene di gente (…) Non va bene riportare la capienza all'80%, dobbiamo riportala al 100%, dobbiamo ripartire forti e tutti insieme".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arisa attacca Conte: ''I politici si sentono superiori, fanno sempre come gli pare"

Today è in caricamento