Mercoledì, 12 Maggio 2021

La Casa di Carta, Berlino canta Umberto Tozzi: il commento del cantante

'Ti amo' sbarca nella quarta stagione della fortunata serie tv in onda su Netflix

Berlino canta 'Ti Amo'

Da 'Bella Ciao' a 'Ti Amo'. E' la canzone di Umberto Tozzi la new entry musicale de 'La Casa di Carta', la fortunata serie tv spagnola targata Netflix che ha una debole per la musica italiana. Nella quarta stagione, disponibile dal 3 aprile sulla piattaforma di streaming, la hit del 1977 viene cantata da Berlino (Pedro Alonso), il fratello del Professore (Alvaro Morte), che nel giorno del suo matrimonio la dedica alla moglie italiana, Tatiana (Diana Gomez). Una scena che da giorni rimbalza sul web, trascinandosi dietro lo stupore e l'apprezzamento dei fan. 

Performance impeccabile, ma soprattutto carica di patos, a cui nel ritornello si unisce un coro di monaci. A promuovere a pieni voti Berlino è anche Umberto Tozzi, che raggiunto dall'Adnkronos ha detto: "Molto bello. Mi ha fatto molto piacere, anche perché so quanto è conosciuta questa serie in tutto il mondo". Poco dopo, nella stessa puntata, tutti a cantare e ballare 'Centro di gravità permanente', di Franco Battiato, per un altro omaggio alla musica italiana. 

E' 'Ti Amo', brano scritto con Giancarlo Bigazzi, che consacrò Tozzi al successo, con la vittoria del Festivalbar e una permanenza record al primo posto dei singoli più venduti in Italia senza interruzioni dal 23 luglio al 22 ottobre del 1977. "In realtà quando lo registrai non avevo la minima idea che potesse avere quel successo e diventare un evergreen, in grado di conquistare il mondo ancora più di 40 anni dopo. All'epoca era già un miracolo per un italiano passare la frontiera di Chiasso", ha raccontato il cantautore. 

Ti amo, Berlín.

Un post condiviso da La Casa de Papel (@lacasadepapel) in data:

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casa di Carta, Berlino canta Umberto Tozzi: il commento del cantante

Today è in caricamento