Venerdì, 17 Settembre 2021
Musica

Il concerto senza regole di Salmo a Olbia, Selvaggia Lucarelli: "Un'ingiustizia per chi rispetta le regole" / VIDEO

Centinaia e centinaia di fan si sono ritrovati sotto la ruota panoramica di Olbia per il concerto, gratuito e quasi improvvisato, di Salmo

La folla di fan al concerto di Salmo di ieri, 13 agosto, a Olbia. Fermo immagine dal suo profilo Instagram

Lo aveva annunciato e ha mantenuto la parola. Salmo ha organizzato il concerto per sostenere i cittadini sardi colpiti dagli incendi che hanno devastato ettari di verde, colture e allevamenti. Aveva parlato della sua idea a fine luglio scrivendo su Instagram: "Tutta la zona di Oristano è stata devastata dalle fiamme, ci sono famiglie che hanno perso il lavoro, pastori in difficoltà, che hanno perso il bestiame e non possono lavorare. Hanno bisogno di noi, hanno bisogno di aiuto. Quindi facciamo così, organizziamo un live e una raccolta su internet, non so se ce lo faranno fare, ma noi lo faremo lo stesso e vi farò sapere quando".

Il concerto di Salmo a Olbia

Salmo per stare vicino alla sua Sardegna ha donato 10mila olivi, ma come aveva annunciato, ieri sera ha organizzato un concerto, le informazioni erano poche ed erano state comunicate solo il giorno del live. Contro l'evento sono state mosse molte, moltissime, critiche a causa del mancato rispetto delle regole anti covid (distanziamento, mascherine...). 

L'evento è durato circa un'ora e si è svolto sotto la ruota panoramica di Olbia e dalle storie che lo stesso Salmo ha condiviso è facile osservare come nessuno stesse indossando la mascherina e che il distanziamento era solo un lontano ricordo.

L'attacco di Selvaggia Lucarelli

Su Twitter la giornalista ha attaccato la scelta di Salmo di organizzare il concerto gratuito a Olbia. Nel tweet che ha condiviso si vede una storia pubblicata dallo stesso rapper in cui si vedono centinaia di fan senza mascherina e tutti accalcati.

Io non sto più neanche a discutere l’opportunità di fare o non fare, ma non si può ignorare la profonda ingiustizia nel vedere che nei concerti c’è un mondo di persone che si sbatte per rispettare le regole e poi assiste a questo (Salmo a ieri a Olbia, concerto gratuito).

Video dal profilo Instagram di Salmo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lettera allo Stato di Salmo

Prima di iniziare a cantare il rapper ha parlato ai fan accusando il "Signor Stato" di non far ripartire la musica a differenza di quanto successo con lo sport. La sua lettera è terminata con l'invito a vaccinarsi, ma ciò è in contrasto con le modalità scelte per il suo spettacolo:

"Io stamattina non sapevo che fare e ho scritto una lettera allo Stato italiano. Caro signor Stato vorrei ricordarle che quasi tutti i settori lavorativi in Italia sono ripartiti. L'unico settore dimenticato da Dio e dallo Stato è quello dell'arte e dello spettacolo. Non possiamo fare i concerti. Ci hanno detto di fare i live con poche persone, tutti distanziati e seduti. Signor Stato noi vogliamo alzarci e saltare. La musica, la cultura e l'arte sono importanti quanto lo sport. Dobbiamo fare di tutto per vaccinarci".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il concerto senza regole di Salmo a Olbia, Selvaggia Lucarelli: "Un'ingiustizia per chi rispetta le regole" / VIDEO

Today è in caricamento