Domenica, 25 Luglio 2021
Musica

Ornella Vanoni, l'appello in lacrime: "State a casa o siamo rovinati"

Tutta la preoccupazione della cantante in un video pubblicato su Instagram

Ornella Vanoni

"Ho pensato: vi canto una canzone o vi dico quello che penso?". Ornella Vanoni ha optato per la seconda ipotesi, così, mentre i suoi colleghi si esibiscono in streaming e organizzano happening sui social, lei, con tutta la sua schiettezza, lancia un appello disperato dal balcone della sua casa milanese.

"Ho un'età in cui è giusto che non esca perché sono a rischio - spiega - Ma non lo faccio solo per me, lo faccio per rispetto a tutti gli altri, che possono essere contagiati. Non lo sono, perché sono a casa da 2 settimane, però rispetto le regole".

Il suo pensiero va a chi, in questo momento, è costretto ad andare al lavoro e sta combattendo senza riserve perché il virus venga sconfitto: "Penso a quei guerrieri che lavorano come soldati, perché siamo in guerra. Dovete stare a casa, anche se è bel tempo. Devono uscire solo quelli che devono andare al supermercato, quelli che devono lavorare e hanno degli obblighi per mantenere viva la città. Gli altri devono stare a casa. Io sono rimasta a Milano, invece di andare via, per stare vicino ai miei, alle persone che amo, invece non posso vedere nessuno". 

"Dovete stare a casa, altrimenti questo virus non finirà mai se facciamo gli spiritosi - continua in lacrime l'artista 85enne - Allora staremo a casa per un anno. Non dovete uscire, non dovete correre. Io sono al terzo piano e vado fino al quinto, vi assicuro che è come correre. Vi scongiuro, state a casa. Mi viene da piangere. Vedo gente per strada, a Milano, a Roma, a Napoli, che stanno al sole. Ma siete matti? Ma vi rendete conto cosa succede in questo paese se andiamo avanti così? Siamo rovinati. Dobbiamo essere severi con noi stessi. Vi scongiuro!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ornella Vanoni, l'appello in lacrime: "State a casa o siamo rovinati"

Today è in caricamento