Sabato, 23 Ottobre 2021
Musica

Droga in casa, il trapper DrefGold a processo

Figlioccio d'arte di Sfera Ebbasta, è stato arrestato ma il giudice non ha confermato la custodia cautelare. Dovrà comparire davanti al giudice il prossimo 12 settembre

Oltre 110 grammi di marijuana e hashish trovati in casa, insieme a 12 mila euro in contanti: il trapper DerfGold, all'anagrafe Elia Specolizzi, astro nascente della trap milanese e 22enne figlioccio d'arte di Sfera Ebbasta, è stato arrestato due giorni fa dalla polizia nella sua abitazione di Pero. L'arresto è stato convalidato, ma il giudice delle direttissime, riporta l'edizione milanese Repubblica, ha deciso di non applicare la custodia cautelare, disponendo l'obbligo di firma, in attesa del processo fissato per il prossimo 12 settembre.

A far scattare l'indagine alcuni vicini che avevano segnalato la presenza di un gruppo di ragazzi rumorosi sotto le finestre della sua villetta. I poliziotti del commissariato di Rho venerdì mattina si sono appostati sull'uscio di casa Specolizzi e alle 9,30, quando DrefGold è uscito - lo attendeva un volo per andare in concerto - lo hanno bloccato. L'arresto, vista la quantità di droga sequestrata, è scattato in automatico. 

"E' un consumatore di cannabis e la sostanza era per uso personale", ha spiegato l'avvocato Niccolò Vecchioni, legale del trapper. "E' roba mia", ha ammesso DrefGold durante l'udienza di convalida alle direttissime, ieri mattina. Ma ha negato di aver mai venduto droga: quei soldi, ha sostenuto, provengono dalle sue royalties di stella della trap.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga in casa, il trapper DrefGold a processo

Today è in caricamento