Venerdì, 4 Dicembre 2020

Emma Marrone: “Io nuda come Vanessa Incontrada? Mia madre mi ha insegnato a essere libera”

Dall’esperienza come giudice a ‘X Factor’ al plauso verso la conduttrice che ha posato senza veli contro il body shaming, su ‘Repubblica’ l’intervista a tutto tondo alla cantante che dice: “Ho 36 anni e non ho ancora capito chi voglio essere, vorrei essere tutto”

Emma Marrone

Emma Marrone è la stessa di sempre, anche se dietro al tavolo dei giudici di ‘X Factor’ non era mai stata prima di un’edizione che la trova unica donna tra i colleghi Manuel Agnelli, Hell Raton e Mika, e la sua energia appare più esplosiva che mai, quando i concorrenti danno il meglio di loro così come se sbadigliano svogliatamente. “Sono la stessa. X Factor è incredibile, sto prendendo l’energia dai giovani talenti, mi fa stare bene. Mi lascio alle spalle la ragazza insicura”, racconta la cantante in un’intervista a Repubblica: “La mia non è mai stata un’insicurezza estetica, è insicurezza emotiva, che colmo lavorando tanto. Ho 36 anni e non so ancora chi sono, non mi sento arrivata in tv, nella musica, al cinema... Non ho ancora capito chi voglio essere, vorrei essere tutto”.

Emma Marrone nuda in copertina come Vanessa Incontrada? “Sì, perché no?”

Si sente libera Emma, è libera, dai pregiudizi e dai giudizi altrui, anche e soprattutto quando hanno avuto a che fare con il suo fisico. Merito anche di una madre che dalla descrizione appare una leonessa proprio come lei, pronta a ruggire nel momento del bisogno. Se l’hanno ferita gli attacchi degli hater? “Non me ne frega niente”, sentenzia sicura: “Il mio corpo subisce cambiamenti, sono cavoli miei se un giorno sono magra e un altro più gonfia. Mia madre mi ha insegnato a essere libera, quando giocavo a pallone avevo i peli sulle gambe. La femminilità si esprime in mille modi, fortunatamente non ho mai avuto limitazioni. Decido io se tatuarmi, cosa mettermi. Per alcune donne è un problema, dipende dall’educazione ricevuta, se sei stata vittima di bullismo da ragazzina”.

Vanessa Incontrada ha posato nuda sulla copertina di Vanity Fair contro il body shaming, esempio che lei non esiterebbe a emulare. “Sì, perché no? Ha fatto bene, voleva liberarsi. Ci ho visto coraggio e un sano narcisismo, spero aiuti tante ragazze. La verità è che Vanessa è stata bersagliata anche dalle donne, spesso le peggiori nemiche delle donne. Poi c’è il body shaming contro le magre a cui chiedono: perché non mangi? Che incubo”. Quanto ai suoi femminili: “Da noi c’è il matriarcato, decidono le donne”, rivendica Emma ricordando le figure più importanti della sua famiglia: “Nonno Nino, che aveva combattuto la Seconda guerra mondiale, tremava se parlava nonna. Quando mamma dice: ‘È così’, si fa come dice lei. Un imprinting per il quale so chi sono e cosa voglio, e se non lo capiscono non è un mio problema”.

Emma presa di mira dagli haters, Gabriele Muccino: “Uomini col cuore pieno di vermi” 

Emma Marrone: “In Italia se canti e reciti allora non sai cosa vuoi”

Emma Marrone ha recitato per la prima volta nel film di Gabriele Mucccino ‘Gli anni più belli’. Un’esperienza importante che solo in apparenza è slegata dal contesto musicale nel quale è immersa: “Il lavoro con Gabriele Muccino l’ho portato nella musica. Mina faceva tutto. Se una è istrionica deve reprimersi? Vediamo i film con Lady Gaga. Ma se in Italia canti e reciti allora non sai cosa vuoi. Non è così” osserva lei che crede tanto nel valore del cambiamento come  sprone per migliorarsi: “Cambiare mi fa crescere umanamente e mi fa sentire cittadina del mondo: posso entrare in qualsiasi vestito. Non dovrei sperimentare per paura del giudizio? Se sbaglio mi stronco da sola, sono autocritica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emma Marrone: “Io nuda come Vanessa Incontrada? Mia madre mi ha insegnato a essere libera”

Today è in caricamento