Venerdì, 26 Febbraio 2021

Emma contro 'Io Spio': "Fate schifo. L’omosessualità non diventi un problema da combattere"

La cantante salentina si scaglia contro il servizio di copertina del settimanale: "La verità è che questo paese sta tornando nel Medioevo, viva l'amore senza pregiudizio"

Emma Marrone, 34 anni

'Emma lesbica? tutta la verità!' Adesso ve la dico io la verità. La verità è che fate schifo, molto schifo! La verità è che questo paese sta tornando nel Medioevo e l’omosessualità sta diventando un problema da 'combattere'". Emma Marrone, 34 anni, si scaglia contro il servizio di copertina del nuovo settimanale 'Io Spio', edito dal Gruppo Editoriale Jedi Srl.

"Con questo titolo da quattro soldi frutto di un 'giornalismo' alla deriva non state ferendo me, che ho le spalle larghe e le vostre cazzate me le metto in tasca da 10 anni", prosegue la cantante su Instagram. "Con questo titolo avete offeso la vostra dignità in primis e poi quella degli altri. Con questo titolo avete evidenziato il marciume di questa società ipocrita e razzista. Non aggiungo altro perché vi commentate da soli. Un bacio a tutti gli amici 'omosessuali'. Sentitevi liberi sempre e senza nessuna riserva di vivere la vostra vita, i vostri sentimenti e la vostra libertà. Viva l’amore senza pregiudizio. Con i vostri giornali accendiamo il fuoco dell’amore. E adesso andate a guardarvi allo specchio e vergognatevi". 

I vip sostengono Emma Marrone

Il post è stato condiviso da molti volti del mondo dello spettacolo. "Evviva l'amore di ogni colore e sfumatura... - ha commentato Alessandra Amoroso, collega ed amica di Emma - E per chi non la pensasse così beh... cavoli vostri ma non rompete le palle a chi semplicemente vive amando la vita. Futtitende amò come hai e come abbiamo sempre fatto. Ciao camionista. La tua piagnona". E ancora è arrivato il sostegno di Noemi, Emis Killa, Marcello Sacchetta, Francesco Arca, Le Donatella, Giulio Berruti, Salvatore Esposito, Gianni Sperti, Christian Vieri, Alena Seredova e Andrea Delogu. 

Fabrizio Corona: "Sono stato testimonial della rivista, ma prendo le distanze"

A stretto giro, poi, il messaggio di Fabrizio Corona: "Ho collaborato con la rivista suddetta come testimonial. Non mi occupo né dei contenuti né delle copertina. Dinanzi a una cosa del genere posso solo prendere le distanze e dire che mi dispiace molto pur non avendone responsabilità, ciò che è scritto appartiene al medioevo. La risposta di Emma sarebbe stata la mia risposta". 

“Emma lesbica? tutta la verità!” Adesso ve la dico io la verità. La verità è che fate schifo,molto schifo! La verità è che questo paese sta tornando nel Medioevo e l’omosessualità sta diventando un problema da “combattere”. Con questo titolo da quattro soldi frutto di un “giornalismo” alla deriva non state ferendo me,che ho le spalle larghe e le vostre cazzate me le metto in tasca da 10 anni. Con questo titolo avete offeso la vostra dignità in primis e poi quella degli altri. Con questo titolo avete evidenziato il marciume di questa società ipocrita e razzista. Non aggiungo altro perché vi commentate da soli. Un bacio a tutti gli amici “omosessuali”. Sentitevi liberi sempre e senza nessuna riserva di vivere la vostra vita,i vostri sentimenti e la vostra libertà. Viva l’amore senza pregiudizio. Con i vostri giornali accendiamo il fuoco dell’amore. E adesso andate a guardarvi allo specchio e vergognatevi.

Un post condiviso da Emma Marrone (@real_brown) in data:

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emma contro 'Io Spio': "Fate schifo. L’omosessualità non diventi un problema da combattere"

Today è in caricamento