Venerdì, 14 Maggio 2021
polemica

Vitalizio a Formigoni dopo la condanna, Fedez attacca: "Complimenti ai senatori"

Il rapper torna a pronunciarsi su tematiche d'attualità dopo le posizioni prese sul DDL Zan

Fedez e Roberto Formigoni

Ferragnez sempre più politici. Nei temi, nel tempismo con cui intervengono sugli argomenti di attualità, nella vastità della platea a cui rivolgono i propri messaggi (Chiara Ferragni e Fedez, in totale, arrivano a contare 35.6 milioni di follower ben distribuiti in Italia e all'estero, ndr). Non a caso questa mattina il rapper è tornato a pronunciarsi sul DDL Zan dopo l'attacco lanciato al senatore Pillon nei giorni scorsi.  L'occasione è la riconferma del vitalizio a Roberto Formigoni dopo la condanna in via definitiva per corruzione. 

Fedez contro Formigoni

"Vi ricordate qualche settimane fa il senatore Pillon che diceva che il senato aveva un sacco di priorità?", dichiara Fedez nelle Stories. "Avete letto la priorità di oggi? Confermato  il vitalizio al Celeste, ovvero a Formigoni. Gli hanno ridato il vitalizio di settemila euro. Cazzo, queste sono priorità. Complimenti, buonanotte ai senatori". 

Il riferimento è alle 'priorità' sono un rimando alle dichiarazioni del senatore leghista, che ha affermato di non voler dare priorità a Palazzo Madama al ddl Zan, ovvero la legge che punta ad inasprire le pene per il reato d'odio e violenza contro gli omosessuali. 

Fedez contro Pillon: "Ddl Zan è priorità, lo Stato tuteli la libertà dei nostri figli"

Perché Formigoni prende il vitalizio

La notizia della conferma del vitalizio a Formigoni è di questa mattina. E' quel che ha deciso ieri sera la commissione Contenziosa del Senato, presieduta da Giacomo Caliendo (Forza Italia), accogliendo il ricorso dell'ex governatore lombardo. L'organismo guidato dall'ex sottosegretario alla Giustizia, ha annullato la cosiddetta delibera Grasso e la sua decisione non riguarderebbe solo Formigoni, ma anche Ottaviano Del Turco.

La scelta della commissione contenziosa del Senato è di carattre generale, non riguarda - va specificato - solo il "Celeste", bensì tutti gli ex condannati, compreso quindi Ottaviano Del Turco, l’ex governatore abruzzese che era stato condannato per il caso della cosiddetta sanitopoli regionale. Del Turco è molto malato, e la presidente Elisabetta Casellati aveva già ottenuto la sospensione dello stop in attesa di ulteriori valutazioni.

Formigoni aveva visto revocare la pensione e il vitalizio nel 2019, in seguito alla conferma della condanna per corruzione nell’ambito del processo Maugeri-San Raffaele (nel 2019 Formigoni e altri sono stati condannati a 47,5 milioni di risarcimento erariale).

Il vitalizio restituito a Formigoni: essere condannati in via definitiva per corruzione non basta più per lo stop?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vitalizio a Formigoni dopo la condanna, Fedez attacca: "Complimenti ai senatori"

Today è in caricamento