Mercoledì, 29 Settembre 2021
il dolore del cantante

Mahmood, la casa distrutta dall'incendio: "Sto bene, incredibile il lavoro dei vigili del fuoco"

Le prime parole del cantante, uscito fortunatamente illeso dalle fiamme del grattacielo di Milano

Al termine di una lunga giornata di silenzio, Mahmood ha parlato, tranquillizzando tutti i propri fan. Domenica pomeriggio la Torre del Moro di Milano dove il cantante aveva casa ha preso fuoco, mandando in fumo i ricordi e i risparmi di una vita di circa 70 famiglie.

Le parole di Mahmood

Tra i proprietari di casa del grattacielo c'era anche Mahmood, riuscito a scappare quando l'incendio è divampato, avvolgendo l'intero palazzo in pochi minuti. Via Instagram Stories il cantante ha parlato in serata. "Sto bene, per fortuna non ci sono state vittime", ha scritto l'ex trionfatore di Sanremo. "Un grazie ai vigili del fuoco per l'incredibile lavoro svolto e a voi tutti per i messaggi, vi voglio bene". "La vita è bella", ha concluso Mahmood, con un cuore rosso fuoco a marchiare il messaggio.

Mahmood, la casa distrutta dall'incendio a Milano: sui social messaggi ignobili

Gli attacchi e la difesa di Ermal Meta

Mahmood aveva da poco comprato casa al nono piano della Torre, dopo averla cercata a lungo in tutta Milano. Gli hater si sono incredibilmente avventati sul cantante, via social, esultando per la perdita dell'abitazione. In sua difesa è sceso Ermal Meta, che senza mezzi termini li ha così stroncati: "Mahmood la casa se la può ricomprare ma voi haters che gioite di quello che è successo, la dignità non potete ricomprarla dopo averla buttata nel cesso perché ammesso che ci riusciate, puzzerebbe demm*rda. Sfigati".

Mahmood a favore del Ddl Zan: "La mia famiglia ha saputo capirmi. Innamorato io? È un momento terribile"

Mahmood-17-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mahmood, la casa distrutta dall'incendio: "Sto bene, incredibile il lavoro dei vigili del fuoco"

Today è in caricamento