rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Diritti lgbt

Anche Kylie Minogue in favore del Ddl Zan: "Affossato per paura o ignoranza"

L'artista australiana si pronuncia sul tema dei diritti alla vigilia dell'uscita del nuovo album "Disco: Guest List Edition"

Dopo la collera di alcuni volti dello spettacolo italiani, adesso ad intervenire sull'affossamento del Ddl Zan è Kylie Minogue, cantante e sta internazionale. In occasione del lancio del suo nuovo album Disco: Guest List Edition, in uscita venerdì anche in Italia, l'artista australiana si espone a proposito del tema di grossa attualità nel nostro Paese. 

Al giornalista del Corriere della Sera che le domanda infatti cosa pensa dello stop del Senato alla proposta di legge contro l'omotransfobia proposta da Alessandro Zan, Kylie, 53 anni, risponde: "Non lo sapevo, ma mi chiedo come possa accadere. Tutti devono essere protetti. Come mai non è passata? Per paura? Ignoranza? Voi mi conoscete. Io ho le braccia aperte per tutti. Quindi spero che questo possa cambiare molto presto". Dichiarazioni che staanno suscitando un dibattito alla vigilia della pubblicazione dell'album, appunto, un doppio cd con remix e duetti che vanno da Dua Lipa a Gloria Gaynor e che compongono una sorta di antologia del genere della disco music. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Kylie Minogue in favore del Ddl Zan: "Affossato per paura o ignoranza"

Today è in caricamento