Sabato, 25 Settembre 2021
Musica

Lee Ryan dei Blue rischia il carcere per una multa: "Non ho soldi, non lavoro più per il Covid"

Il cantante della boyband inglese famosa negli anni Duemila in ristrettezze economiche dopo che la pandemia ha fatto saltare i suoi impegni di lavoro

La crisi per il Covid ha colpito anche Lee Ryan, il cantante dei Blue, una delle boyband più seguite degli anni Duemila. Ryan è stato multato per 1.501 sterline ma ha fatto sapere di non essere in condizioni di poter pagare, non lavorando più da mesi a causa della pandemia e avendo dato fondo a tutti i suoi risparmi.

Il cantante era stato accusato di aver superato i limiti di velocità in due occasioni nell'agosto del 2020 a Peterborough, in Inghilterra. Non potendo provare che alla guida dell'auto ci fosse proprio lui (Ryan sosteneva che al volante ci fosse la sua fidanzata), il cantante è stato ritenuto colpevole di non aver fornito informazioni relative all'identificazione del conducente e aver omesso di aggiornare i propri dati presso la DVLA, l'equivalente britannico della Motorizzazione.

Durante l'udienza, Ryan ha ribadito di aver inviato le informazioni richieste mentre i giudici lo hanno ritenuto comunque colpevole anche se di uno solo dei reati che gli venivano contestati. Dovrà pagare una multa salata anche se la corte ha detto di essere a conoscenza delle difficoltà del settore della musica a causa della pandemia. Se non pagherà la multa il cantante rischia il carcere.

In collegamento dalla Spagna, dove si trova in questo momento, Ryan ha detto ai giudici di non avere soldi per pagare. "Non sto lavorando. Hanno interrotto i concerti. Non ho ingaggi. Non ho niente", ha detto il cantante, che ha affermato inoltre di non avere più nulla da parte e di aver speso tutti i suoi risparmi per mantenersi in questi mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lee Ryan dei Blue rischia il carcere per una multa: "Non ho soldi, non lavoro più per il Covid"

Today è in caricamento