rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
res publica

Cugini di Campagna VS Maneskin, interviene Renzi

Il leader di Italia Viva si schiera dalla parte della rockband romana

Difficile stabilire se è più esilarante la polemica lanciata dai Cugini di Campagna, che accusano i Maneskin di copiare i loro look, o Matteo Renzi che la commenta e prende le parti della rockband romana, protagonista a Las Vegas dell'ultimo concerto dei Rolling Stones.

Il leader di Italia Viva, nella sua enews, si congratula con Damiano&Co per gli straordinari risultati che stanno raggiungendo in tutto il mondo e getta acqua (o benzina, dipende dai punti di vista) sul fuoco acceso dal gruppo anni '70: "Non avrei mai immaginato di vedere i Maneskin aprire un concerto dei Rolling Stones e infiammare una platea entusiasta. Con Mick Jagger che li saluta: 'Grazie ragazzi!'. Dalle strade di Roma al palcoscenico planetari - commenta Renzi - la storia di questi artisti è un messaggio di speranza per chi crede ancora nella forza dei sogni. Dopo di che, sorridiamo: gli unici che fanno polemica coi Maneskin in questo periodo sono i Cugini di Campagna". 

L'accusa dei Cugini di Campagna

Dopo il concerto di Las Vegas, i Cugini di Campagna hanno condiviso su Instagram il loro disapppunto sul dettaglio degli abiti ispirati alla bandiera americana, che, a loro dire, sarebbero stati copiati proprio da precedenti look sfoggiati dal gruppo cult italiano. "I Maneskin si sono esibiti negli USA, prima dei Rolling Stones, imitando, nel vestire I cugini di campagna. Basta copiare i nostri abiti" si legge nel post, a corredo di uno scatto che mette a confronto l'outfit a stelle e strisce indossato da Damiano David e da Nick Luciani. 'Preoccupati' per le accuse, i Maneskin hanno fatto un altro colpaccio, ieri sera, ospiti di Ellen DeGeneres nel suo ambitissimo show.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cugini di Campagna VS Maneskin, interviene Renzi

Today è in caricamento