Venerdì, 30 Luglio 2021
Musica

Addio a Michele Mondella, storico punto di riferimento della musica italiana

Ha lavorato fianco a fianco per tutta la vita con Lucio Dalla e collaborato con i big della musica, da De Gregori a Morandi

Michele Mondella

È morto improvvisamente a 70 anni Michele Mondella, figura di spicco del panorama musicale italiano, discografico e responsabile della promozione.

Professionalmente e umanamente indispensabile alla formazione e alla carriera di moltissimi artisti, Mondella ha trascorso la sua vita a proteggere e consigliare cantanti e musicisti italiani, diventandone un punto di riferimento indispensabile.

Mondella aveva cominciato ad occuparsi di musica con Gianni Ravera, poi, negli anni '70, aveva trovato in Vincenzo Micocci, alla 'It', il suo mentore.

In questa etichetta aveva promosso i primi passi di Antonello Venditti, Riccardo Cocciante e Francesco De Gregori e aveva promosso 'Banana Republic', il tour negli stadi di Francesco De Gregori e Lucio Dalla, col quale aveva stabilito un sodalizio umano e artistico durato tutta la vita.

Tutti i più grandi hanno lavorato con lui: tra loro Renato Zero, Claudio Baglioni, da Gianni Morandi, Rino Gaetano, Lucio Battisti, Luca Carboni, Ivan Graziani per citarne solo qualcuno.

Le ristrutturazioni aziendali del mercato discografico lo avevano portato a lasciare la Rca e a fondare la Midas, una società di comunicazione.

Ansa lo ricorda quanto la musica italiana e la canzone d'autore debbano moltissimo a Michele Mondella che “aveva scelto di vivere dietro le quinte mettendo da parte un vero talento di narratore e ora è difficile non pensare a quanto mancheranno le sue osservazioni, le sue 'dritte', le battute”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Michele Mondella, storico punto di riferimento della musica italiana

Today è in caricamento