Sabato, 5 Dicembre 2020

Negramaro, Giuliano Sangiorgi: "Covid? Se la musica continua in streaming, smetto di cantare"

Così il frontman della band salentina alla presentazione dell'ultimo album 'Contatto'

Giuliano Sangiorgi, 41 anni, frontman dei Negramaro

Il settore dello spettacolo è senza dubbio uno dei più compromessi dall'emergenza coronavirus. Teatri chiusi, concerti rimandati, tournée interrotte all'improvviso. Oggi ad intervenire sulla questione è Giuliano Sangiorgi, frontman dei Negramaro, che racconta tutta la sua amarezza in occasione della conferenza stampa di presentazione dell'ultimo album 'Contatto'. 

"Se continua così, smetto di cantare"

"Il futuro non può essere così, con la musica live in streaming e senza concerti: se tra due anni è ancora così, io cambio mestiere - dichiara Sangiorgi di fronte alla platea di giornalisti -  Dopo l'ultimo tour e dopo tutto quello che abbiamo passato per Lele, sono tornato a casa e sono stato male per un mese. Ho temuto di avere un grande problema. Grazie alla mia compagna sono rinato".

Poi l'appello alle istituzioni. "Vorrei uno Stato e dei politici in Italia che inizino a considerare l'arte, la cultura, i dischi non un bene di lusso. Sono beni di necessità primaria. Vanno considerati alla stregua di necessità primaria. L'anima va alimentata come un corpo". 

Il nuovo album 'Contatto' dei Negramaro

Stamattina, giovedì 12 novembre, i Negramaro si sono esibiti dal vivo per "Entra in contatto", evento streaming per presentare alcuni brani del nuovo album "Contatto", in uscita il 13 novembre con Sugarmusic. Il concerto era destinato a tutti coloro che hanno preordinato l'album "Contatto". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negramaro, Giuliano Sangiorgi: "Covid? Se la musica continua in streaming, smetto di cantare"

Today è in caricamento