Giovedì, 29 Luglio 2021
musica

Perché tutti parlano del nuovo video (sadomaso) dei Maneskin "I wanna be your slave"

Oltre 4 milioni di views in dodici ore per l'ultimo videoclip della band romana, ormai alla conquista delle classifiche mondiali. Ecco le immagini

I wanna be your slave, il video dei Maneskin

Ieri sera alle 19.00 è stato presentato con una première mondiale su YouTube il videoclip di I wanna be your slave dei Maneskin, la band che sta scalando le classifiche mondiali e che ad oggi conta oltre 2 miliardi e mezzo di streaming. Oggi, di prima mattina e dunque ad appena dodici ore dal lancio, il videoclip raggiunge ufficialmente le quattro milioni di visualizzazioni. Tutti ne parlano, in virtù del loop voyeuristico ed ipnotico delle immagini. E' solo l'ennesima conferma della popolarità in ascesa dei musicisti, approdati ormai tra i 24 artisti più ascoltati al mondo su Spotify, con oltre 42 milioni e mezzo di ascoltatori mensili. Del resto il brano I wanna be your slave è già in posizione #10 della Top 50 Global Chart di Spotify, contenuto nell’album Teatro d’ira - Vol. I, che conta più di 750 milioni di streaming.

Un inno alla sessualità libera

Il video ufficiale, girato in pellicola e caratterizzato da un ampio uso di fisheye, catapulta il pubblico in uno spazio in cui ogni desiderio proibito corrisponde un piccolo sacrificio, narrato attraverso immagini in rotazione e in costante movimento. Un inno alla sessualità libera. I Maneskin sono protagonisti di un live audace e senza filtri in perfetta sintonia con il mood del brano e del testo, dove le varie figure in antitesi vogliono raccontare la sessualità in tutte le sue sfaccettature. L’antinomia che vive in tutti noi e ci rende umani, imperfetti, peccatori e bisognosi di redenzione.

Il video è diretto da Simone Bozzelli, vincitore della 35ma Settimana Internazionale della Critica alla Mostra del Cinema di Venezia con il corto "J'Adore", e prodotto da Think|Cattleya. La band ha scelto di indossare capi e accessori Gucci fra i più iconici delle Collezioni del Direttore Creativo Alessandro Michele.

Tutti i record dei Maneskin, dall'Italia agli Usa fino al Brasile

I wanna be your slave è disco di platino in Italia, Finlandia, Polonia oltre ad averne ottenuti sei nella sola Russia, ed è disco d’oro in Austria, Grecia, Norvegia, Svezia e Turchia; Zitti e buoni è in Italia triplo disco di platino e alla posizione #45 nella Top 50 Global Chart di Spotify) è certificato disco d’oro in Olanda, Norvegia, Svezia, Svizzera, Turchia e disco di platino in Finlandia, Grecia, Polonia e quintuplo disco di platino in Russia; “Beggin’” è disco d’oro in Finlandia, Malesia, Polonia, ha ottenuto sette dischi di platino in Russia e sta scalando le classifiche Top 50 di Spotify anche di Australia (#3, assieme a I wanna be your slave in posizione #10), Brasile (#17) e Perù (#9), Paese in cui è presente anche al primo posto nella classifica Viral 50, insieme a altri sette brani della band. I wanna be your slave  e Beggin’ si sono inoltre classificati nella Top 50 US e nella Uk Singles Chart - rispettivamente in posizione #6 e #10 - confermando così i Måneskin come il primo gruppo italiano della storia con due singoli contemporaneamente nella Top Ten britannica.

I Maneskin saranno in tour nei principali Festival europei nell’estate 2021 e 2022.

Il video

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché tutti parlano del nuovo video (sadomaso) dei Maneskin "I wanna be your slave"

Today è in caricamento